venerdì 21 settembre 2018

* FAI DA TE CON LE PATATE (Do-it-yourself with Potatoes)






* COME PREPARARE LE PATATE (How to prepare Potatoes)






COME CONSERVARE LE PATATE (How to store Potatoes)




 STORIA DELLA PATATA

COME CONSERVARE LE PATATE


Le patate devono essere conservate in luogo fresco e asciutto, al buio. Per periodi brevi, di due o tre settimane, è consigliabile una temperatura tra i 10 e i 20 gradi centigradi. Per periodi più lunghi, le patate dovrebbero essere immagazzinate a circa 7 gradi centigradi.

Le patate non devono essere tenute in frigorifero o comunque in un ambiente la cui temperatura scenda sotto i dieci gradi, perché il freddo trasforma l'amido delle patate in zuccheri, e questo si avverte in modo sgradevole dopo la cottura.

Occorre anche evitare I'esposizione alla luce. Pochi giorni di esposizione possono dare una coloritura verde alle patate; la parte macchiata diviene amara e può essere nociva.
Le patate novelle non si conservano bene per più di una settimana, due al massimo.

I germogli che a volte spuntano sulle patate possono essere eliminati, e le patate sono commestibili anche se molli.

CONGELAMENTO - Le patate crude, se congelate, diventano molli. Le patate cotte diventano spugnose e granulose se vengono congelate in un elemento liquido, pertanto è preferibile eliminarle da stufati, umidi o altri piatti che si desidera congelare.

Le patate schiacciate a purea o ripiene, sopportano bene il congelamento. Quando si schiacciano le patate per farne purea da conservare, bisogna accertarsi che nell'impasto non rimanga dell'aria. 
Per ogni 450 grammi di patate calcolare un cucchiaio scarso di burro e latte: quanto basta per ottenere la consistenza desiderata. Insaporire a piacere con sale e pepe.

LE PATATE FRITTE A BASTONCINO e le frittelle di patate si prestano bene a essere congelate, e conservano le loro qualità per circa due mesi a meno 17,8 gradi centigradi. Riscaldarle quindi in forno a 177 gradi, disposte su un foglio di alluminio.


QUALI PATATE COMPRARE (Which potatoes to buy)




STORIA DELLA PATATA

QUALI PATATE COMPRARE

Esistono moltissime varietà di patate, ciascuna  con una sua denominazione ben definita, ma è  raro trovarle in vendita con i loro nomi specifici. In  genere le patate vengono sbrigativamente chiamate "per tutti gli usi" o "da forno. Le patate da cuocere in forno sono di pasta morbida, e quando sono cotte a regola d'arte diventano leggere e soffici. Si rompono però facilmente se vengono utilizzate per altri tipi di preparazione e di cottura. Le patate sode, lisce, di forma regolare e di bell'aspetto sono quelle che danno i risultati migliori.

La patata "buona per tutti gli usi" è di pasta un poco più grassa, non si spacca nel bollire né
quando viene rimescolata nelle insalate. Una forma irregolare o tacche nella superficie non pregiudicano la bontà di queste patate, che in tal caso hanno il vantaggio di essere vendute a minor prezzo, con l'inconveniente pero del maggior spreco e di una maggior perdita di tempo per sbucciarle.

È preferibile evitare di acquistare patate con delle macchie verdi provocate da un'esposizione alla luce, o patate con segni di guasti prodotti da roditori.

Le patatine "novelle" sono di buccia tenera e cuociono prima delle altre. Sono più saporite se cotte con la buccia, che va solo spazzolata sotto l'acqua corrente. Non bisogna comprare oltre il quantitativo previsto per una settimana o dieci giorni al massimo, perché non sono di lunga conservazione.  

Le patate "vecchie" o stagionate, quelle che sono state conservate e che si mangiano  d'inverno, sono particolarmente adatte per  frittelle, gnocchi e insalate, perché hanno perso  molta della loro umidità e assorbono meglio i condimenti.


VEDI ANCHE . . .


* STORIA DELLA PATATA (History of the Potato)