martedì 26 giugno 2018

CURARSI CON LO ZENZERO - Zingiber Oficinale (Curing with Ginger)



ZENZERO 
Zingiber Officinale

La medicina ayurvedica e quella orientale utilizzano da sempre lo zenzero come pianta officinale. Ai tempi dei Romani la radice essiccata della pianta venne trasportata in tutta Europa dai mercanti, dove fu utilizzata come aroma in cucina e rimedio per favorire la digestione e attenuare la nausea.

BOTANICA - Lo zenzero è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Zingiberacee che può raggiungere un altezza di 60 centimetri la radice, molto robusta e con
numerose diramazioni, ha un aroma penetrante e pungente e sapore piccante.

HABITAT - Lo zenzero viene coltivato in quasi tutti i paesi tropicali, in terreni fertili e umidi. La pianta impiegata per scopo terapeutico proviene dalla Giamaica.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizza esclusivamente la radice di piante coltivate. Essa, una volta raccolta, viene lavata accuratamente e fatta essiccare al sole per 5-6 giorni.

COMPOSIZIONE - La radice di zenzero contiene un olio essenziale composto principalmente da zingiberina, gingerina e gingerolo. Inoltre, sono presenti zingerone, resine e mucillagini che conferiscono alla pianta un gusto piccante e grazie alle quali svolge un'azione digestiva ed è efficace contro la nausea.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Lo zenzero, grazie alle sostanze in esso contenute, svolge un'azione antisettica ed è in grado di attenuare i gonfiori. Inoltre, è efficace in caso di disturbi digestivi, mal di stomaco e gastrite, per stimolare l'attività intestinale e l'appetito. Infine è indicato contro la nausea, soprattutto quella che insorge durante il viaggio. La tradizione popolare utilizza la radice di zenzero contro la tosse e per fermare le emorragie. Non assumete la radice se soffrite di calcoli alla cistifellea.



APPLICAZIONI

INFUSO -  Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 1 grammo di polvere di zenzero, lasciate in infusione per 5 minuti, poi filtrate. Bevete 1 tazza di tisana calda 2-3 volte al giorno dopo i pasti.

MISCELA DI PIANTE OFFICINALI - Mescolate in parti uguali zenzero, maggiorana, basilico e tossillaggine. Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 1 cucchiaino della miscela, lasciate riposare 10 minuti, poi filtrate. Bevetene 1 tazza più volte al giorno.

POLVERE - In coso di nausea assumete 2 grammi di polvere di zenzero fresca con un po' d'acqua, mentre se soffrite di mal di viaggio assumetene 0,5 grammi mezz'ora prima e poi, durante il viaggio, ogni 4 ore. 
Attenzione: non utilizzate lo zenzero durante la gravidanza.

TINTURA - Versate 20 grammi di polvere di zenzero in 100 ml di alcol al 60 %, lasciate riposare per alcuni giorni, scuotendo di tanto in tanto, poi filtrate.
Contro l'inappetenza o la gastrite assumetene 20-30 gocce con un po'd'acqua, per favorire la digestione 1 cucchiaino diluito con acqua, dopo i pasti.


 CONSIGLIO UTILE

Le sostanze che compongono lo zenzero possono irritare la pelle, senza tuttavia provocare, se non in rari casi, reazioni allergiche.





ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V