venerdì 5 ottobre 2018

SENNA (Cassia angustifolia)




SENNA 
Cassia angustifolia

La senna fu importata in Europa intorno al IX-X secolo dai mercanti arabi. Le foglie e i frutti di questa pianta hanno proprietà lassative note in tutto il mondo. I baccelli dei frutti ricordano la carta pergamena e vengono chiamati "foglie madre.
Se assunti, stimolano le contrazioni intestinali.

BOTANICA - La senna deriva da due piante appartenenti alla famiglia delle Caesalpinacee e può raggiungere un'altezza di 2 metri.  Ha fusto eretto e le foglie, di colore verde-giallastro, hanno una consistenza quasi coriacea e un profumo dolciastro. I frutti hanno un sapore amaro e pungente.

HABITAT - La senna è originaria dell'Africa orientale, dal Sudan fino al Mozambico.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizzano solo le foglie e i baccelli dei frutti maturi, che si trovano anche sotto il nome di "foglie di senna" o "frutti di senna".

COMPOSIZIONE - L'efficacia della pianta deriva dai sennosidi, contenuti per il 3 - 5 % nelle foglie e nei frutti: quelli contenuti in questi ultimi hanno un effetto più blando. Essi esercitano la loro azione a livello del colon stimolando le contrazioni e diminuiscono il riassorbimento dell'acqua contenuta nelle feci favorendo, quindi, la loro espulsione. Nella senna sono inoltre contenuti flavonoidi, tannini, sali minerali e mucillagini.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - I frutti e le foglie della senna aumentano la peristalsi intestinale e inibiscono l'assorbimento di acqua e sodio nell'intestino crasso. Questo rende la pianta un rimedio molto efficace in caso di stipsi acuta. L'azione ha inizio dopo 6-10 ore dall'assunzione. Un tempo la senna era usata sia per regolare le mestruazioni sia contro i vermi e i parassiti intestinali. La pianta non deve essere usata in caso di emorroidi, ostruzione intestinale, durante le mestruazioni, la gravidanza e l'allattamento.




APPLICAZIONI

INFUSO - In caso di stipsi acuta e per pulire I'intestino versate 150 ml d'acqua molto calda, ma non in ebollizione, su 1/2-1 cucchiaino colmo di foglie o frutti di senna, lasciate riposare 10 minuti, poi filtrate. In alternativa lasciate macerare la pianta per 10-12 ore in acqua fredda. Bevetene 1 tazza preparata al momento al mattino e alla sera.

ERBE PER TISANE - Solitamente i frutti o le foglie di senna vengono utilizzati mescolati con altre piante officinali dall'azione lassativa, sgonfiante e regolatrice per l'intestino.

MISTURA -  In farmacia potete trovare misture lassative a base di estratto di foglie di senna essiccate, glicerina, con olio di anice e cumino come aromatizzanti. In caso di stipsi acuta assumetene 1/2 - 1 cucchiaino con un po' d'acqua.

PREPARATI GIÀ PRONTI - Molte pastiglie, confetti o granulati contengono la senna sotto forma di erba sminuzzata, estratto o come principio attivo.


CONSIGLIO UTILE 

La senna agisce sull'equilibrio dei liquidi e degli elettroliti: in seguito a una forte perdita di potassio possono intervenire disturbi cardiaci, debolezza muscolare, infiammazioni delle mucose intestinali e nuovamente stipsi.




VEDI ANCHE . . .
ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V