sabato 8 settembre 2018

LA PROSTATA (The Prostate)




INGROSSAMENTO DELLA PROSTATA

La prostata è una ghiandola della grandezza di una castagna, che racchiude la prima parte dell'uretra. Si trova subito sotto la vescica, davanti al retto, e viene definita "ghiandola prominente". Essa secerne un liquido lattiginoso, che si mescola alla secrezione seminale. 
In molti uomini sopra i cinquant'anni la prostata subisce un ingrossamento, le cui cause sono spesso ignote.
Se l'escrescenza arriva a restringere l'uretra, intervengono difficoltà nell'urinare. II flusso diventa più debole e l'interessato deve esercitare una pressione per riuscire a urinare. I tipici segni di una prostata ingrossata sono il gocciolamento continuo al termine della minzione e il continuo stimolo, anche notturno. In questi casi, è assolutamente necessario o consultare uno specialista. 

CHE FARE? - In caso di sintomi legati alla prostata ingrossata, consultate subito uno specialista in urologia. La cura immediata non appena la ghiandola comincia a ingrossarsi, permetterà di evitare l'asportazione chirurgica della prostata.
Inoltre, ponete lenire i disturbi modificando lo stile di vita, adottando rimedi naturali  e casalinghi, migliorando la qualità della vita.

RIMANERE IN MOVIMENTO - Evitate di rimanere a lungo seduti e mantenete i piedi caldi: in questo modo favorirete I'irrorazione sanguigna del bacino. In caso di attività sedentaria, quindi, alzatevi di tanto in tanto e cercate di muovervi quanto più potete. Proteggetevi dall'umidità e dal freddo. Non reprimete lo stimolo a urinare, anzi, assecondatelo immediatamente. Ponete attenzione e accertatevi di aver vuotato tutta la vescica.

BERE CORRETTAMENTE -  Bevete 2-3 litri d'acqua al giorno, a piccole dosi. Evitate le bevande fredde ed eliminate caffè, tutti gli alcolici e le bevande addizionate con anidride carbonica.

CAMBIARE ALIMENTAZIONE - Evitate i cibi salati, conservati, a cui siano state aggiunte molte spezie, e sostituite la carne e gli insaccati ad alto contenuto di grassi con verdure cotte, insalate miste e crudité in pinzimonio.
Yogurt, muesli e altri alimenti ricchi di fibre sono molto utili nella regolazione della funzionalità intestinale.

TRATTAMENTI COADIUVANTI - La terapia medica può essere supportata da altri trattamenti coadiuvanti: sono utili i cerotti di cantaride posizionati sulle ultime vertebre lombari o i salassi.


Esame prostatico

TISANE MEDICINALI

FOGLIE DI ORTICA -  Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini di foglie o radice di ortica, lasciate riposare  5 minuti, poi filtrate. Bevetene 1 tazza 3 volte al giorno, per almeno 4 settimane.

SEMI DI ZUCCA - Pestate nel mortaio 1 cucchiaino di semi di zucca. Versatevi sopra 1/4 di litro d'acqua bollente, lasciate riposare 10 minuti, poi filtrate.
Bevetene 1 tazza non troppo bollente 1-2 volte al giorno.

EPILOBIO (L'epilobio è una pianta selvatica diffusa in tutto il territorio della Siberia). 
Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini di epilobio essiccato, lasciate riposare un quarto d'ora,poi filtrate. Bevetene 1 tazza 2 volte al giorno.

MISCELA DI TE' - Mescolate foglie di ortica, epilobio e germogli di pioppo in parti uguali. Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini di tisana, lasciate riposare 10 minuti, poi filtrate. Bevetene .1 tazza 3 volte al giorno.


L'epilobio, un rimedio naturale contro la prostatite

TERAPIE DOLCI

SEMICUPI - Per rilassare la vescica: riempite la vasca del bagno con acqua a 35-3 °C e immergetevi per 10 minuti. L'acqua deve raggiungere l'ombelico; il busto e le braccia devono restare asciutti.

IMPACCHI e FASCIATURE - Impacchi, fasciature, la boule dell'acqua calda, irradiazioni oltre a impacchi di argilla ventilata agiscono contro i crampi alla vescica e alle vie urinarie.


RIMEDI OMEOPATICI

Sabal D4, D6 contro minzione dolorosa e crampi alla vescica.

Ferrum picrinicum D4,D6 se la minzione è bloccata di giorno e abbondante la sera.

Sarsaparilla D1 in caso di crampi alla vescica. 

Assumete 5 globuli o gocce del rimedio più indicato per i vostri disturbi, 3 volte al giorno.


UTILI FITOESTRATTI

Con alcune piante officinali i disturbi della prostata vengono curati con successo. La loro efficacia è stata messo per lungo tempo in discussione, ma i risultati sono stati documentati scientificamente. 
Alcuni esempi: semi di zucca, foglie e radici di ortica, epilobiogermogli di pioppo.


CONSIGLIO UTILE

All'ora dell'aperitivo sgranocchiate 1 manciata di semi di zucca al posto delle arachidi o delle patatine. Essi contengono una sostanza, la sitosterina, che frena la crescita della prostata.




ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 

VEDI ANCHE . . .

CURARSI CON IL PIOPPO, contro artrite, reumatismi, emorroidi, influenza (Curing with THE POPLAR, against arthritis, rheumatism, hemorrhoids, the flu)




IL PIOPPO

POPULUS NIGRA

Il pioppo nero è così chiamato per il colore della sua corteccia. La medicina popolare si avvale da sempre delle gemme della pianta contro le infiammazioni cutanee. Esse, infatti, contengono una resina dalle proprietà antisettiche, simili a quelle della propoli. Le foglie contengono acido salicilico, antinfiammatorio.

BOTANICA - Il pioppo nero appartiene alla famiglia delle Salicacee e può raggiungere un'altezza massima di 30 metri. Caratterizzato da un'ampia chioma, presenta una corteccia color cenere, che si screpola precocemente per fessure longitudinali, e gemme invernali, oblungo-appiattite, protette da bratte brune, glabre e vischiose.

HABITAT - Il pioppo è diffuso in Europa, Asia centrale e Nordafrica occidentale. Cresce spontaneamente dal mare alla regione montana, specialmente lungo i corsi d'acqua, ed è ampiamente coltivato

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizzano la corteccia e le gemme, raccolte prima che si schiudano, in primavera.

COMPOSIZIONE - Il pioppo contiene composti di acido salicilico, dalle proprietà antinfiammatorie e febbrifughe. Inoltre, è ricco di flavonoidi, tannini dalle proprietà astringenti, olio essenziale ed è inoltre presente l'eteroside salipopuloside.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - La corteccia e le foglie vengono utilizzate come antidolorifico, per trattare disturbi dell'apparato urinario, oppure in caso di reumatismi e artriti. La medicina popolare, inoltre, si avvale delle gemme del pioppo per curare contusioni, piccole escoriazioni e ferite cutanee, emorroidi, geloni e ustioni solari. Inoltre, per uso interno, esse costituiscono un ottimo rimedio contro tosse, mal di gola, febbre e altre manifestazioni infiammatorie, grazie alle loro proprietà espettoranti e balsamiche.




APPLICAZIONI

INFUSO DI GEMME - In caso di artrite o reumatismi versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 2 grammi di gemme di pioppo essiccate, lasciate in infusione per 10 minuti e poi filtrate. 
Bevete 1-2 tazze di tisana al giorno.

DECOTTO DI CORTECCIA O FOGLIE - In caso di ingrossamento della prostata o catarro vescicale, versate 2 grammi di corteccia o foglie di pioppo sminuzzate in 100 ml d'acqua e fate bollire; lasciate in infusione per 10-15 minuti, poi filtrate. 
Bevetene 1-2 tazze al giorno.

LAVAGGI O BAGNI - In caso di emorroidi, geloni, pelle con tagli o prurito preparate un infuso molto forte da utilizzare per bagni, semicupi, lavaggi; per ogni 100 ml d'acqua versate
5 grammi di gemme di pioppo.

POMATA - In coso di ferite cutanee, geloniemorroidi e scottature solari, in farmacia potete acquistare preparati a base di foglie, gemme o corteccia di pioppo.
Quest'ultima è sempre associata ad altre piante officinali. In farmacia, inoltre, potete richiedere la pomata di pioppo.


CONSIGLIO UTILE

Se siete allergici ai salicilati evitate di assumere preparati a base di pioppo o derivati. Le gemme del pioppo bloccano la montata lattea: è quindi sconsigliabile consumarle sotto forma di preparati terapeutici.




VEDI ANCHE . . .
ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V