giovedì 16 agosto 2018

AFRODISIACI (Aphrodisiac)




AFRODISIACI
Stimolano davvero il desiderio sessuale?

Non solo nei secoli passati, ma ancora oggi, si ritiene che molti tipi di cibi, erbe e droghe possano avere il potere di stimolare il desiderio sessuale. Il folclore popolare spazia dalle ostriche e dalle foglie di crescione fino a una droga tossica chiamata Spanish fly, ricavata dal corpo disseccato e polverizzato di un coleottero, la cantaride, o alla polvere di corna di rinoceronte. La maggior parte di questi mezzi è stata screditata, ma alcuni stimolanti naturali sono usati tuttora dalla medicina alternativa.


Le indicazioni della medicina naturale

Aromaterapia - I terapeuti di questa specialità elencano diversi oli essenziali di piante che ritengono afrodisiaci: gelsomino e patchouli sono considerati stimolanti sessuali e antidepressivi. Il gelsomino inoltre è un calmante del dolore di origine ovarica o uterina. Usate questi oli per massaggiare, oppure inalateli, oppure ancora aggiungetene dalle 5 alle 10 gocce nell'acqua del bagno, nella quale vi immergerete rilassandovi e respirando profondamente.

Fitoterapia - Le erbe - La sostanza stimolante preferita dagli specialisti di questo settore è il ginseng, che possiede in generale virtù di rigenerazione delle energie. Compratelo dal farmacista di fiducia sotto forma di pastiglie, elisir o tè, oppure fate un infuso, aggiungendo mezzo cucchiaino di polvere della radice in una tazza di acqua calda e lasciate bollire a fuoco lento per 10 minuti. Bevete I'infuso 3 volte al giorno. 
I terapeuti sostengono che per ottenere gli effetti desiderati bisogna continuare l'assunzione del ginseng per alcuni mesi. Siate comunque prudenti nel prolungare la cura per troppo tempo, poiché il ginseng può causare un leggero aumento della pressione arteriosa.
Viene anche usata la damiana, un arbusto originario dell'America Centrale, che ha effetto tonico e antidepressivo.

Naturopatia - Possono essere suggeriti come tonico generale 1-5 grammi di polline oppure uno o due cucchiaini abbondanti di pappa reale (il cibo dell'ape regina) al giorno per uro o due mesi.


IL PARERE DELLA MEDICINA TRADIZIONALE

I medici convenzionali riconoscono la complessità dei fattori che influenzano il desiderio sessuale, ma non accettano che esso possa essere suscitato semplicemente assumendo delle sostanze particolari. Alcuni medici, però, riconoscono le proprietà stimolanti e toniche del ginseng. Alcune ricerche hanno indicato che le erbe possono aiutare l'organismo a combattere lo stress, a superare la fatica, ad aumentare le energie e a incrementare le capacità di recupero e quindi sia pure indirettamente, a realizzare una attività sessuale soddisfacente. Anche I'aromaterapia ha ottenuto qualche riconoscimento da quando la ricerca ha dimostrato che gli aromi possono avere un effetto sulle capacità mentali.
Il medico generalmente tratta i casi di impotenza o frigidità cercando di scoprire quali problemi psicologici determinano il disturbo e indirizzando quindi il paziente verso una terapia psicologica molto spesso rivolta alla coppia.