mercoledì 18 luglio 2018

ESAURIMENTO - EXHAUSTION




ESAURIMENTO

Quando ci si sente motto stanchi, è difficile concentrarsi e ogni compito sembra impossibile da affrontare: si parla allora di esaurimento. In questo stato ci si stanca molto facilmente, non si è più in grado di svolgere la propria professione e partecipare alla vita sociale; il sonno non svolge più un'azione riposante: questi sintomi sono un segnale d'allarme del nostro organismo. Di solito un fisico sano possiede riserve sufficienti da cui attingere per riprendersi.
I motivi dei disturbi possono essere di natura fisica e psichica: in alcuni casi è la mancanza di ferro o l'ipotensione a impedire all'ossigeno e ad altre sostanze di arrivare al cervello. Spesso però le cause sono rappresentate da uno stile di vita troppo frenetico, in cui non si ha mai il tempo per rilassarsi.
Rimedi della medicina naturale riducono lo stress, migliorano l'equilibrio interiore e mobilitano le riserve dell'organismo.

CHE FARE? - Dopo avere escluso che lo stato di esaurimento non è causato da altre patologie più gravi, è consigliabile mettere in pratica le cosiddette terapie dell'ordine. Inoltre, per combattere le cause dell'esaurimento quali pressione bassa e sistema, esistono validi rimedi della medicina naturale.

STIMOLARE LA CIRCOLAZIONE -  Le applicazioni secondo Kneipp sono indicate per attivare il corpo al risveglio. Sono da prediligere le cosiddette spazzolate a secco, che potete eseguire con l'apposito guanto o spazzola.
Anche getti d'acqua a temperatura alternata a ginnastica all'aria aperta aumentano e migliorano la circolazione sanguigna.

TERAPIA DEL'ORDINE - Gestite la vostra vita secondo principi naturali. Fate in modo di prevedere sempre pause sufficienti per rilassarvi durante l'orario di lavoro; dormite un giusto numero di ore e fate vari piccoli pasti durante la giornata. Evitate l'uso di alcol e nicotina e cercate di assumere molte vitamine e fibre mangiando cibi integrali e tanta frutta e verdura.

TAI CHI (VEDI SCHEDA) - Per agevolare e accelerare la guarigione di stati di esaurimento è opportuno conoscere e praticare tecniche di rilassamento psicofisico. Il Tai Chi, una forma di meditazione propria della medicina tradizionale cinese, è molto indicata: il corpo si rilassa e aumentano il benessere psicofisico e le difese immunitarie.


RIMEDI OFFICINALI

ROSMARINO (VEDI SCHEDA) - Questa pianta è in grado, grazie alle sostanze contenute, di aumentare la pressione sanguigna: potete preparare tisane o aggiungerla all'acqua del bagno. Con il rosmarino potete anche ottenere un vino stimolante: lasciate macerare 25 grammi di foglie di rosmarino in 1 litro di vino bianco per più giorni, poi filtrate.Bevete 1 bicchierino di vino al rosmarino durante i pasti.

ECHINACEA (VEDI SCHEDA) Una debolezza generale del sistema immunitario può essere contrastato con l'echinacea, una pianta che stimola questo apparato. In commercio troverete compresse o succo fresco di echinacea.

ORTICA (VEDI SCHEDA) - Se la causa dello stanchezza è una mancanza di ferro è consigliabile assumere preparati a base di ortica. Questa pianta officinale, oltre a essere ricca di ferro, contiene vitamina C, che supporta l'assorbimento degli elementi in traccia. Particolarmente efficaci sono la tintura di ortica o le foglie giovani, che si possono consumare in insalata.


FIORI DI BACH

A seconda della gravità dell'esaurimento e delle condizioni psicofisiche, sono consigliabili:

* Aspen o Elm in caso di attacchi d'ansia e di sovraccarico di lavoro,
* Clematis contro la difficoltà di concentrazione.
* Holly o Mustard se si soffre di problemi al sistema vegetativo e depressione.

Assumetene 4 gocce 4 volte al giorno; nei casi acuti,4 gocce ogni 20 minuti.


RIMEDI OMEOPATICI

* Calcium Carbonicum D6 in coso di pressione bassa e stanchezza; assumete 2 globuli 3 volte al giorno.
* Arsenicum album D12 in caso di esaurimento accompagnato da nervosismo; assumete 5 globuli una volta al giorno.



Se lo stato di esaurimento è di origine nervosa, è consigliabile una terapia con il kawa-kawa. Questa pianta officinale è molto efficace nel diminuire stress e ansia. In farmacia potete acquistare compresse a base di estratti della radice.


 CONSIGLIO UTILE

Contro la pressione bassa può essere d'aiuto il sale. Bevete un brodo molto salato durante la prima mattinata. Il sale forma un legame con l'acqua aumentando la pressione nei vasi.






ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 




TAI CHI





Il Tai Chi è una antica e tradizionale arte cinese del movimento, un'arte marziale che si è sviluppata più di 3.000 anni fa.
I movimenti sono effettuati molto lentamente e imitano le posizioni di un guerriero con la spada.
Con il passare degli anni il Tai Chi è diventato un sistema di esercizi apportatore di benessere, una sorta di contemplazione attraverso il movimento.
In Cina milioni di persone lo praticano ogni mattina, per prepararsi fisicamente e psicologicamente ad affrontare la giornata.
Quest'arte del movimento presuppone consapevolezza del proprio corpo, controllo dei muscoli e capacità di concentrazione e costituisce un training molto intenso per il corpo e lo spirito.
Gli esercizi del Tai Chi, inoltre, sono molto utili per aiutare a mantenere le articolazioni, i muscoli e gli organi interni in ottima forma.

Il Tai Chi comprende 24 esercizi base da svolgere attraverso 174 posizioni che si eseguono in sequenza.
Corsi di Tai Chi vengono effettuati in palestre e scuole di arti marziali; grazie a un regolare esercizio quotidiano la disciplina può essere appresa in pochi mesi.

Un motto cinese dice...
"Il Tai Chi rende malleabili come un bambino, forti come un taglialegna e tranquilli come un saggio".
I movimenti armonici di quest'arte equilibrano il corpo, anima e spirito; inoltre favoriscono l'irrorazione sanguigna, stabilizzano il sistema nervoso, facilitano la respirazione e fortificano le difese immunitarie.
Il Tai Chi, infine, irrobustisce i legamenti, rende le articolazioni più elastiche, conferisce calma, tranquillità e fiducia in se stessi.

Studi scientifico svolti in Cina hanno dimostrato che chi esegue ogni giorno le posizioni del Tai Chi vive più a lungo e, rispetto a chi non lo pratica, ha meno problemi cardiaci, maggiore mobilità nelle articolazioni ed è mentalmente più attivo.


ESERCIZIO BASE: PREPARAZIONE DELLA FORZA

PRIMO PASSO - In piedi, rilassati ed eretti, divaricate leggermente le gambe e distribuite equamente il peso sui piedi.
Mantenete la testa e la nuca ben diritte ma rilassate e fissate lo sguardo in un punto lontano davanti a voi.
Lasciate le braccia morbide lungo i fianchi.

SECONDO PASSO - Sollevate lentamente le braccia fino all'altezza delle spalle, senza muovere quest'ultime.
Tenete i gomiti rivolti verso l'esterno e i p0almi delle mani verso il basso.
Le mani sono all'altezza delle spalle.

TERZO PASSO
 - Piegate leggermente le ginocchia e abbassate molto lentamente prima i gomiti e poi le braccia.
Mantenete le mani sempre parallele fra loro, con il palmo rivolto verso il basso, e scendete come foglie che cadono dall'albero.


POSIZIONE DELLA TESTA

La posizione della testa è molto importante.
Secondo le teorie del Tai Chi, una sua postura corretta permette al Qi, il flusso di energia vitale (di cui vi avevo parlato in una precedente opinione), di fluire regolarmente, mentre mantenete il capo in posizione scorretta provoca un irrigidimento dei muscoli della nuca e del collo, con conseguente mal di testa e disturbi di vario genere.
I libri classici del Tai Chi descrivono la posizione corretta che la testa dovrebbe mantenere: come appesa a un filo invisibile proveniente dal cielo e appoggiata leggermente sulla colonna vertebrale.


LA FILOSOFIA

L'uomo durante il processo di civilizzazione ha perso tante delle sue innate capacità di movimento.
Gli esercizi del Tai Chi si ispirano ai movimenti naturali degli animali.
Ciò si riflette nel nome di diverse posizioni di questa disciplina, come per esempio... "la gru bianca sbatte le lucenti ali" ...oppure... "la criniera del cavallo è mossa dal vento"...o ancora... "corsa della tigre verso la montagna".


CONSIGLIO UTILE

Praticate il Tai Chi all'aria aperta e nel verde, per "staccare " dalla vita quotidiana.
In Cina ci si esercita vicino a un albero per assorbire forza da esso.

Efficace in caso di articolazioni rigide, debolezza muscolare e del tessuto connettivo, nervosismo, insonnia, mancanza di concentrazione, problemi circolatori, problemi metabolici; per aumentare la fiducia in se stessi e la propria forza interiore.



ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z





PESTICIDI - L.M.R. - Limiti massimi dei residui (M.R.L - Maximum Residue Levels)




Gli L.M.R. in cucina

Da qualche anno sono entrati in vigore in alcuni paesi europei gli M.R.L. o limiti massimi di residui nei prodotti alimentari di origine vegetale, come frutta e verdura, oltre che nelle erbe aromatiche (e medicinali). Così le autorità hanno fissato delle norme L.M.R.

Dal 1° settembre 2008 in Italia sono in vigore i nuovi L.M.R. delle sostanze attive nei prodotti destinati all'alimentazione, fissati dal Regolamento (CE) n.396/2005 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 febbraio 2005 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il 16 marzo 2005) e dai collegati Regolamenti (CE) n. 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il 1° marzo 2008), n. 260/2008 della Commissione del 18 marzo 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il 19 marzo 2008) e n. 839/2008 della Commissione del 31 luglio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il 30 agosto 2008).

In termini semplici questo significa che quando in base alle analisi questi prodotti al consumo risultano ancora inquinati da quantità di residui chimici (di pesticidi, insetticidi e fungicidi) superiori alle norme fissate, essi vengono immediatamente ritirati dalla vendita.
Tale forma di tutela del consumatore dovrebbe essere regolamentata e applicata al più presto in tutta l'Europa comunitaria (CE).

Perché gli L.M.R.? Perché ci si è resi conto che i prodotti usati per i trattamenti chimici dei vegetali si possono ritrovare in dosi elevate nei vegetali stessi, dunque anche nei nostri cibi, rendendone pericoloso il consumo.
Per quanto riguarda le erbe aromatiche, per esempio, sappiamo ormai in modo preciso e scientifico, grazie fra l'altro ai lavori del professor Mestre della facoltà di farmacia di Montpellier, che i prodotti dei trattamenti agronomici si ritrovano fino al 60% negli infusi e fino al 100 % nelle gelules (specie di capsule, un modo moderno e più facile di utilizzare le erbe, che spodesta le tisane).

Esigete dunque frutta, verdura e erbe aromatiche che rispettino queste norme. Nelle mie ricette figurano sempre le erbe profumate, ma se utilizzate quelle inquinate da prodotti chimici rischiate di beneficiare al 100% di sostanze tossiche, con grave danno della salute. Pensate che nei paesi extracomunitari (principalmente tropicali) si impiegano ancora normalmente il DDT e altri insetticidi che da noi sono vietati per legge.
Abituarsi dunque, fin da oggi, a queste tre importantissime lettere significa esigere il rispetto della natura e proteggere la propria salute.