giovedì 12 luglio 2018

KAWA-KAWA, contro ansia e insonnia (Piper methysticum) Against Anxiety and Insomnia



KAWA-KAWA
Piper methysticum


In Polinesia le bevande a base di kawa-kawa vengono usate per scopi officinali, ma anche nei momenti rituali e sociali, analoghi a quelli che in Occidente sono riservati al caffè. La scienza erboristica lo utilizza come potente sedativo del sistema nervoso centrale.

BOTANICA - Il kawa-kawa è un arbusto appartenente alla famiglia delle Piperacee, che può raggiungere l'altezza di 3 metri, con foglie a forma di cuore e radici  madre pesanti fino a 10 kg.  Queste ultime sono molto succose e hanno un odore aromatico, terroso. Se masticate esse stimolano le ghiandole salivari. 
Tutte le parti della pianta sono leggermente amare e pepate.

HABITAT - Il kawa-kawa è originario del Sud-est asiatico, presumibilmente della Nuova Guinea o delle Nuove Ebridi. Oggi questa pianta viene coltivata su tutte le isole del pacifico così come negli Stati Uniti e in Australia.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizza la radice madre, che viene pelata e liberata da quelle secondarie.

COMPOSIZIONE - La radice madre è la parte più ricca di sostanze attive. In essa si trovano abbondante amido, diidrokawina, diidrometisticina, flavorawina, kawaina, metisticina, yangonina e dimetossiyangonina.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Grazie alle sostanze contenute, il kawa-kawa combatte attivamente e in modo efficace gli stati d'ansia, con effetti rilassanti, antispastici e stimolanti. Gli estratti di radice pertanto vengono usati contro gli stati nervosi di paura, tensione e agitazione. Le caratteristiche anti-ansia e rilassanti per i muscoli esercitano un effetto positivo anche contro lo stress. Questi estratti mitigano i disturbi cardiaci nervosi, così come i disturbi psicosomatici della menopausa. Le caratteristiche antispastiche vengono usate anche nella neuropsicoterapia. 
Attenzione: non somministrate ai bambini né agli anziani; e in gravidanza o allattamento consultate il medico.





APPLICAZIONI

PREPARATI IN COMMERCIO - In commercio potete trovare medicinali con differenti preparazioni di kawa-kawa contro gli stati di paura, agitazione e tensione, a volte anche in combinazione con iperico o valeriana.

OMEOPATIA - La tintura madre viene estratta dalla radice fresca. Le preparazioni omeopatiche sono efficaci contro gli stati di agitazione ed esaurimento, oltre che contro l'iperacidità gastrica e i dolori all'uretra. Assumetele secondo il consiglio del medico.
Il rimedio omeopatico si addice anche per neonati e bambini.

ATTENZIONE !!  - Senza prescrizione medica i preparati di kawa-kawa non devono essere assunti per un periodo superiore ai 3 mesi, né durante la gravidanza e l'allattamento o la depressione endogena. La sua azione, inoltre, può essere condizionata dall'assunzione contemporanea di barbiturici, alcolici o psicofarmaci.


 CONSIGLIO UTILE

L'assunzione dei preparati di kawa-kawa non garantisce alcun effetto immediato. Il potere curativo della pianta si manifesta dopo 1-2 settimane.





ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 


RILASSARSI COL TAMBURO (Relax with the drum)




RILASSARSI COL TAMBURO

Sin dall'antichità, sciamani e uomini di medicina hanno fatto uso di tamburi per raggiungere uno stato di trance o per guarire gli altri. Infatti il suono ripetitivo e ritmico di un tamburo è in grado di creare modificazioni nello stato di coscienza, in particolare se abbinato a movimenti di danza.
Recenti studi scientifici sul cervello hanno rilevato che il ritmo dei tamburi scatena particolari onde cerebrali: alfa, theta e delta. Le loro frequenze sono tali da risvegliare una feconda creatività: gli artisti ne ricevono ispirazione e gli studiosi possono compiere grandi scoperte. 
Questi particolari stati di trance sono inoltre in grado di coadiuvare la guarigione.
I ritmi del corpo, infatti, come per esempio quello cardiaco e respiratorio, si armonizzano e, di conseguenza, le capacità di autoguarigione dell'organismo vengono favorite e stimolate.


COSA SAPERE DEI TAMBURI

Un tamburo è costituito da un corpo cavo su cui è teso una pelle, tenuta ferma da corde o viti. Spesso queste sono fissate in modo che, attraverso un loro allentamento,si possa modificare il tono del suono emesso. 
Il tamburo può essere percosso con le mani o con delle bacchette.
Le dimensioni dello strumento, la tensione del piatto e le modalità di percussione permettono di creare un'infinità di suoni.
Nei negozi di strumenti musicali potrete trovare vari modelli di tamburo tra i quali scegliere quello che preferite.
  
        
TAMBURI

TRATTAMENTO - I tamburi sono uno strumento spesso proposto nell'ambito della musicoterapia. Potete ascoltarne il ritmo sdraiati comodamente a terra, ballando o percuotendo il tamburo personalmente.
Nel farlo non sono necessari presupposti particolari: lasciatevi andare alle sensazioni, seguite le intuizioni e gli impulsi più profondi, in modo da trovare il ritmo che più vi si addice.

AZIONE - I tamburi sono in grado di influire sia sul corpo sia sullo spirito. 
Da un punto di vista fisico suonare questo strumento è efficace per sciogliere le tensioni alle spalle e alle braccia, oltre che liberare le energie bloccate. 
Agitazione nervosa, paure, aggressività o depressione possono venir liberate, manifestate e sfogate percuotendo il tamburo, con un valido effetto terapeutico.
  
  
COME SUONARE

Se desiderate conoscere l'effetto del tamburo sulla vostra persona avete molte possibilità:

Potete procurarvi un CD con ritmi di tamburi in un negozio di musica. Ascoltateli distesi o seduti, lasciando che questi agiscano su di voi. Potete anche ballare, se sentite questa necessità, e cercare di seguire gli impulsi fisici generati dal ritmo.

* Provate a sperimentare quali ritmi e suoni si possono ottenere percuotendo contenitori e pentole, come fanno spontaneamente i bambini,

Se decidete di acquistare un tamburo è importante che non pretendiate di suonare subito perfettamente.Cercate di rilassarvi e trarre piacere da ciò che fate; iniziate semplicemente con l'ascoltare il suono del tamburo: in breve otterrete rilassamento, vitalità e nuova energia.


CONSIGLIO UTILE

Inizialmente è consigliabile suonare il tamburo sulla base di una musica: scegliete un pezzo che amate e cercate di seguirne il ritmo. Con il passare del tempo cercate di crearne uno vostro, personale, abbassando progressivanente il volume della musica. 
Per raggiungere questo risultato è indicato un pezzo lento, il cui ritmo non sia molto intenso e cadenzato.

Efficace in  caso di tensioni fisiche e psichiche, stress, depressione e difficoltà di concentrazione.
   
  
AZIONE DEI RITMI

Il fatto che il suono del tamburo tocchi in profondità la persona e la conduca a stati di coscienza modifìcati, può essere spiegato con il fatto che ogni essere umano nei primi 9 mesi dello sua vita ha ascoltato giorno e notte un ritmo simile al tamburo: il battito del cuore della madre.
Pare infatti che il suono del tamburo sia impresso a livello profondissimo nel nostro corpo e nella nostra mente, tanto che, se si ascolta un ritmo simile a quello cardiaco, esso ha un immediato effetto calmante e conduce a uno stato di rilassamento simile a quello prenatale.

Suonando con un ritmo veloce e variando il tempo possono venire espresse forti emozioni. La musicoterapia, che lavora spesso con i tamburi,dimostra sempre più che, suonando, gli stati psichici negativi come la paura o la rabbia possono trasformarsi in sentimenti positivi di gioia.


VEDI ANCHE . . .

ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V


MUSICOTERAPIA - Музыкальная терапия - Music therapy- Musicothérapie




MUSICOTERAPIA

La musica ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella cura delle malattie, basti pensare ai riti con tamburi degli sciamani che, come narra Odysseus, fermavano le emorragie solo con il loro suono. Secondo gli antichi greci tutto il cosmo era armoniosamente in pace, il che si rispecchiava nella musica.
La malattia era considerata come una perdita di questa condizione di armonia e si poteva quindi, grazie alla musica, ripristinare l'equilibrio interiore.


La musica infatti è in grado di addentrarsi in meandri dell'uomo dove le parole non arrivano.

Oggi è stato scientificamente provato che la musica è una terapia che agisce a livello fisico, cognitivo e psichico.
Per esempio aiuta i muscoli a distendersi, aumenta la capacità di concentrazione, diminuisce disturbi comportamentali, depressioni e ansie.

La musicoterapica si avvale dell'ascolto della musica, del canto o della pratica attiva nel suonare uno strumento. All'inizio il paziente impara, da solo o in gruppo, a esprimere le sensazioni e i sentimenti con uno strumento o con la voce. Poi in dialogo con il terapeuta si guarda all'esperienza vissuta.
Un altro approccio della musicoterapica è quello di far ascoltare al paziente alcuni tipi di musica.

La musicoterapica equilibra la pressione sanguigna, il respiro, la frequenza cardiaca e il tono muscolare.
Aumenta la capacità di agire e aiuta a curare i disturbi di natura psichica.

La medicina tradizionale riconosce l'effetto terapeutico della musica.
In alcune cliniche viene eseguito questo tipo di terapia.




MUSICA E PARTI PREMATURI

Il bambino ascolta fin dal grembo materno.
Se ai bambini nati prematuramente si fa ascoltare una registrazione fatta di battito cardiaco, respiro e voce della mamma, essi si sviluppano meglio e possono essere dimessi prima dall'ospedale.


MUSICA E OPERAZIONI

Diversi studi hanno dimostrato che un paziente che ha ascoltato musica barocca durante l'operazione, al risveglio soffre meno e ha meno nausea.


ESERCIZI DI CINQUE MINUTI

BACH CONTRO LO STRESS - Anche nelle più grandi situazioni di stress si possono fare cinque minuti di pausa.
Procuratevi un lettore cd (o altro strumento analogo) e della musica solo strumentale di Bach. Ascoltate per circa cinque minuti la musica e respirate profondamente.
Calma e tranquillità vi invaderanno, con me funziona benissimo.

SUONI DELLA NATURA CONTRO SVOGLIATEZZA - Alcuni giorni non si ha voglia di fare niente. Si vorrebbe rimanere a letto sotto le coperte. Ma ascoltando suoni della natura come il canto degli uccelli o il rumore delle onde del mare vi ritornerà la voglia di fare.
Immaginatevi di essere in un luogo assolato nel quale ascoltate questi rumori.
Subito vi tornerà la voglia di essere attivi.

CANTARE PER CALMARSI - Se la rabbia vi assale combattetela canticchiando un motivetto allegro. Non ve ne viene in mente nessuno? Inventatelo.
Canticchiate per circa cinque minuti senza pensare a niente.
Vedrete che la collera vi sarà passata.




SUONOPUNTURA

Una particolare forma di musicoterapica è la suonopuntura con il diapason.
Il terapeuta dà un colpo al diapason che pone sulla parte da curare.
In questo modo accorda le parti del corpo in disfunzione.
I diapason hanno frequenze diverse.
Alcuni agupuntori li utilizzano al posto degli aghi se il paziente ha paura di questi ultimi.


Efficace in caso di dolori in genere, malattie di vene, cuore e apparato circolatorio, emicrania, depressione, ansie, disturbi del linguaggio, disturbi dell'apprendimento, malattie della senilità.

La musicoterapica è ottima soprattutto in caso di disturbi cronici.
Grazie alla musica il paziente non si concentra sul proprio dolore, ma si concepisce come unità.


VEDI ANCHE . . .

ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V


ESAURIMENTO NERVOSO (Neurasthenia)



ESAURIMENTO NERVOSO

Problemi continui al lavoro e in famiglia, sovraffaticamento e paure mettono i nervi a dura prova. Anche infiammazioni croniche, malattie della tiroide o pressione troppo alta possono gravare pesantemente sul sistema nervoso. I primi segnali di questo stato possono essere mal di testa e disturbi del sonno. A un tratto anche i fatti più insignificanti fanno "traboccare il vaso", senza una spiegazione, e scatenano un esaurimento nervoso.
I sintomi sono una debolezza acuta, tremori incontrollati, frequenti crisi di pianto legate spesso ad attacchi di panico. A livello fisico il problema si manifesta con innalzamento della frequenza cardiaca, "sudori freddi" sulla pelle e frequenti contrazioni dell'addome causate da una produzione esagerata di adrenalina da parte delle ghiandole surrenali. Molti rimedi naturali sono d'aiuto per calmare il sistema nervoso e imparare ad analizzare i problemi e le situazioni della vita con maggiore distacco.

CHE FARE? - Bagni con essenze dall'azione rilassante, l'assunzione di specifici rimedi omeopatici, vitamine e sali minerali si rivelano efficaci nel rinforzare il sistema nervoso. Un'alimentazione ricca di carboidrati, l'abitudine di trascorrere del tempo all'aria aperta e molto movimento aumentano la resistenza allo stress.


Sali minerali e vitamine per la psiche - Il magnesio, così come il calcio, è un tranquillante naturale. Questo minerale protegge il muscolo cardiaco dall'affaticamento da stress e viene utilizzato in caso di depressione come euforizzante. Il fabbisogno giornaliero di un adulto è di 400 mg di magnesio e 800 mg di calcio. Anche le vitamine del gruppo B svolgono un'azione rinforzante sul sistema nervoso.
Importanti sono soprattutto la B6 (fabbisogno giornaliero 2 mg), la B12 (100 μg) e l'acido folico (600 μg).

Bagni rilassanti - L'aroma di alcune essenze stabilizza la psiche: agendo sul sistema limbico, ove hanno sede le emozioni, può apportare rilassamento. Le sostanze possono venire trasmesse anche attraverso la pelle. Versate alcune gocce di olio di melissa lavanda nell'acqua per il bagno.

Il movimento elimina lo stress - Passeggiate, corse in bicicletta, camminate o jogging sono molto utili per prevenire stress, nervosismo, paure e depressioni. Con il movimento, infatti, il fisico elimina gli ormoni dello stress e produce le endorfine, gli "ormoni della felicità", che tranquillizzano e migliorano l'umore. Muoversi mezz'ora all'aria aperta 3-4 volte alla settimana apporta beneficio a corpo e psiche, rinforza i nervi e il sistema immunitario.




RIMEDI OMEOPATICI

* Acidum phosphoricum D6, D12 ,D10 in caso di esaurimento nervoso, irritabilità, debolezza fisica e psichica.
* Coffea D6, D12 in caso di irritabilità nervosa, sonno leggero, affaticamento psichico.
Assumete 5 globuli al giorno del rimedio che si addice ai vostri disturbi.



La musica può avere un effetto molto rilassante, perché il tipo e il ritmo musicale sono in grado di influenzare i ritmi cardiaco e respiratorio e le onde cerebrali. Il ritmo ideale è quello un po' più lento del battito cardiaco. È più facile rilassarsi con una musica dolce, lenta, che stimola e favorisce la meditazione.


PIANTE OFFICINALI

* Il kawa-kawa è efficace in caso di scarsa capacità di concentrazione e debolezza fisica, irrequietezza, stati d'ansia ed esaurimento. Le sostanze contenute apportano una sensazione di benessere e armonia.
* L’iperico, grazie all'ipericina in esso contenuta, previene l'esaurimento e l'irrequietezza nervosa. Evitate tuttavia di esporvi ai raggi solari, perché questa sostanza aumenta la fotosensibilità.

Potete trovare in commercio gli estratti di kawa-kawa e di iperico sotto forma di pastiglie, gocce o tisane.


TERAPIA DEL RESPIRO

In caso di stress i muscoli addominali e il diaframma si contraggono, il respiro diventa debole e l'apporto di ossigeno diminuisce. Respirare profondamente permette invece al corpo di secernere l'ormone endorfina. Spesso bastano 5-6 respirazioni consapevoli per tenere a distanza lo stress. Respirare con la pancia massaggio il plesso solare. Questa rete nervosa si trova sopra l'addome e regola il sistema nervoso parosimpatico che tranquillizza e rilassa le tensioni nervose. 
Sdraiatevi supini, piegate le ginocchia appoggiando i piedi a terra; ponete le mani sulla pancia con la punta delle dita rivolta verso l'ombelico. Sentite come, inspirando, l'addome si dilata, mentre espirando si contrae.


SPIRITO DI LAVANDA PER CALMARE

L'essenza di lavanda svolge un'efficace azione calmante. Richiedete al vostro farmacista uno spirito di lavanda o preparato con 0,5 ml di olio di lavanda, 24,5 ml di acqua distillata e 75 ml di etanolo (90 % vol.); quando vi sentite nervosi utilizzatelo per frizioni o assumetene 10 gocce in 1 bicchiere d'acqua.


CONSIGLIO UTILE

Vitamine e carboidrati hanno un effetto euforizzante. Mangiate ogni giorno spaghetti, riso o cereali integrali, muesli e frutta. Avena e banane contengono inoltre melatonina, un ormone calmante.



ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V