martedì 3 luglio 2018

RIMEDI contro la NEVRALGIA (Remedies against Neuralgia)



NEVRALGIA

La nevralgia si manifesta con dolori lancinanti e pungenti localizzati lungo i nervi, che, tuttavia, non indicano una loro degenerazione. I dolori possono insorgere improvvisamente o essere continui, aumentando e diminuendo intorno al nervo interessato. Le cause del dolore possono essere una pressione oppure un'irritazione del nervo. Anche
disturbi del metabolismo, avvelenamenti con metalli pesanti, infezioni, cambiamenti ormonali, stress emotivo oppure una forte sensibilità ai mutamenti climatici possono causare nevralgie. 
La nevralgia più comune è quella del trigemino, che interessa la parte anteriore laterale del capo, le orecchie, le gengive, i denti e la lingua. In caso di nevralgia è consigliabile consultare il medico.
In aggiunta alla terapia prescritta possono essere d'aiuto tisane officinali, applicazioni con il calore e frizioni.

CHE FARE? -  Per lenire il dolore e i crampi potete effettuare applicazioni locali come frizioni con oli essenziali o impacchi con il calore.  Piante officinali come la valeriana, I'edera oppure la melissa, assunte per via orale, svolgono un'azione rinforzante sui nervi.  
Inoltre, la nevralgia può essere curata con vari rimedi omeopatici.

FRIZIONE CON OLI ESSENZIALI -  Le essenze di eucalipto, di lavanda e di camomilla hanno un effetto calmante sui nervi e leniscono i crampi. Mettetene alcune gocce sul palmo della mano e massaggiate con movimenti rotatori le zone dolenti, sede dei nervi interessati. 
Non utilizzate gli oli essenziali in unione con le medicine omeopatiche, perché possono interferire con esse.

AGOPUNTURA - L'agopuntura è un ottimo rimedio nella cura delle nevralgie. Un agopuntore esperto è in grado di identificare i meridiani lungo i quali l'energia è bloccata e, tramite il posizionamento di aghi nei punti corrispondenti, di permetterle di fluire nuovamente.

APPLICAZIONI CON IL CALORE -  La pelle irradiata con i raggi infrarossi si riscalda, i vasi si dilatano, la circolazione sanguigna viene stimolata e i dolori diminuiscono.

BAGNI PER FORTIFICARE I NERVI - Bagni completi o parziali con l'aggiunta di fiori di lavanda, aghi di pino o di abete stimolano l'irrorazione sanguigna, calmano i nervi e leniscono i crampi. 
Per un bagno alla lavanda versate 100 grammi di fiori in 1 litro d'acqua, fate bollire e aggiungete l'infuso all'acqua per il bagno (38 °C).
Non rimanete immersi per più di 15 minuti.




RIMEDI OMEOPATICI

Contro le nevralgie generiche 

* Aconitum D3-D6 in caso di dolore pungente, formicolio e indolenzimento del viso.
* Colocynthis D1-D6 in caso di crampi nella parte sinistra del viso, lungo i fasci di nervi.


Contro le nevralgie

* Spigelia D12 in caso di dolori al lato sinistro localizzati attorno all'occhio.
* Magnesium phosphoricum D6 in caso di crampi al lato destro.
* Arsenicum album D12 in caso di bruciori che peggiorano dopo la mezzanotte.


Contro la sciatica

* Potassium iodatum D6 in caso di dolori lancinanti alla gamba che aumentano di notte.
* Bryonia D6 in caso di dolori alla gamba che peggiorano con il movimento e con il freddo.




TECNICHE DOLCI
  

Preparate una tisana di versando 1/2 litro d'acqua bollente su 150 grammi di semi di finocchio.
Immergete un panno nell'infuso, strizzatelo e ponetelo sulle parti dolenti.
Coprite il panno con uno asciutto e poi con uno di lana. Lasciate agire l'impacco per almeno mezz'ora.
Se necessario potete ripetere l'operazione fino a 4 volte al giorno. Il finocchio fortifica i nervi e ha un effetto rilassante.


TISANE MEDICINALI 


Versate 2 cucchiaini di radice di valeriana essiccata in  1/4 di litro d'acqua e lasciate macerare per 12-24 ore. Bevetene 2 tazze al giorno.



Edera per fortificare i nervi

Versate 1 cucchiaino di foglie di edera essiccate (farmacia) in 1/4 di litro d'acqua fredda e lasciate macerare per 8-10 ore. Non bevetene più di 2 tazze al giorno.
Attenzione: non superate le dosi consigliate.


VITAMINA B1

La vitamina B1 è necessaria ai muscoli cardiaci e ai neuroni, perciò una sua carenza può causare nevralgie. 2 mg costituiscono il fabbisogno giornaliero di questa vitamina, di cui sono ricchi riso integrale, cereali, lievito,  legumi,  patate, verdura verde e fegato.
Un'alimentazione troppo ricca di carboidrati e un abuso di alcol possono provocare una mancanza di vitamina B1.


CONSIGLIO UTILE

In caso di nevralgia molto acuta è d'aiuto il decotto di sambuco: versate 1 cucchiaino di bacche essiccate in 1 tazza d'acqua e fate bollire. Bevetene 3 tazze al giorno. Le bacche fresche sono ancora più efficaci.
Attenzione: non assumetene troppe, perché possono causare vomito.





ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V