domenica 1 luglio 2018

ACNE, acne vulgaris



ACNE

Il livello di secrezioni ormonali nel sangue, in crescita durante la pubertà, causa una maggiore produzione sebacea, che si esprime in un aumento dell'untuosità di viso e capelli. I pori si chiudono, dando origine a comedoni, foruncoli o, in caso di infezioni, ascessi. I maschi sono di norma più colpiti delle femmine. Questo squilibrio solitamente guarisce spontaneamente, anche se può durare anni.
Tuttavia l'acne non deve essere trattato solo come problema cosmetico, in quanto nasconde il pericolo di più gravi conseguenze. Il continuo manipolare i comedoni o i foruncoli porta alla loro diffusione e allontana nel tempo la guarigione. La tendenza ai punti neri favorisce l'acne, insieme all'uso improprio di alcuni medicinali, a una scorretta alimentazione o a una scarsa igiene personale.
Per evitare la formazione di cicatrici deve essere consultato un medico specialista in dermatologia.

CHE FARE? - Pulite la pelle in profondità e fate uso di prodotti a base di erbe per impacchi, sciacqui e bagni di vapore. L'elemento in traccia zinco, così come gli omeopatici, alleviano i disturbi acneici.
È importante anche modificare la propria alimentazione. Quando compaiono ascessi sul volto, consultate il medico.

BAGNO DI VAPORE PER IL VISO - Un bagno di vapore di 10 minuti con fiori di camomilla o di rosmarino agisce disinfiammando. Lo strato corneo si ammorbidisce, cosicché i comedoni possono essere eliminati senza infiammare la cute.

CORRETTA ALIMENTAZIONE - Evitate cibi grassi, molto speziati o molto dolci. Adottate un'alimentazione completa, con molta verdura e frutta fresche. Sostituite alcolici e caffè con tisane di erbe e succhi di frutta. 
Attenzione: la vitamina B può rafforzare l'acne, soprattutto la B12. Pertanto fate attenzione a questa vitamina nascosta in succhi multivitaminici o prodotti lievitati. Allo stesso modo possono avere effetti sfavorevoli sull'aspetto della pelle anche cibi contenenti iodio, come il pesce di mare o il sale da cucina iodato.

ZINCO -  Questo elemento in traccia favorisce la cicatrizzazione e riduce la produzione sebacea nell'acne. La dose efficace è tra i 72 e i 15 mg di zinco al giorno. Tuttavia non tutti i legami di zinco sono sopportabili.




TISANE MEDICINALI 

* Tisana contro l'acne - Mescolate 40 grammi di foglie di ortica con 20 grammi di radici di gramigna, 20 grammi di equiseto e 20 grammi di viola del pensiero. Versate 150 ml d'acqua bollente su 1 cucchiaio di erbe. Lasciate riposare un quarto d'ora, poi filtrate. 
Bevetene 1 tazza più volte al giorno.

* Tisana per il metabolismo - Mescolate 10 grammi di fiori di arnica, 10 grammi di fiori di sambuco e 20 grammi di viola del pensiero. Versate 250 ml d'acqua bollente su 1 cucchiaio di erbe. Lasciate riposare un quarto d'ora, poi filtrate.
Bevetene 1 tazza 2 volte al giorno. Questa tisana favorisce lo disintossicazione.


RIMEDI CASALINGHI

* Impacchi di essenza di tea tree -  L'essenza dell'albero del tè disinfetta e frena la crescita batterico. Applicate più volte al giorno degli impacchi con essenza diluita sulle parti infiammate del viso. l singoli comedoni possono essere tamponati con essenza pura.

* Lavaggio al latte e miele - Mescolate 1 cucchiaio di miele, 1 di latte e il succo di 1 limone. Distribuite l'emulsione alla sera sulla pelle, in uno strato leggera. Il mattino lavate in profondità. Il miele disinfiamma, l'acido citrico allontana le cellule morte e il latte calma la pelle irritata.

* Lavaggio al timo -  Mescolate 3 gocce di essenza di timo e 3 di essenza di lavanda in 100 ml d'acqua calda.Pulite con questo tonico la pelle e tamponate più volte al giorno i punti neri. Questi oli essenziali svolgono un'azione disinfiammante e battericida.


RIMEDI OMEOPATICI

* Pulsatilla D12, D30 contro l'acne durante la pubertà, le mestruazioni e la menopausa.

Silicea D6, D12, D30 contro foruncoli acneici, che diventano purulenti e formano fistole.

* Hepar sulfuris D6, D12, D30 contro foruncoli pronunciati e tendenza diffusa alla suppurazione.

Assumetene 5 globuli 1 volta al giorno.




MASCHERA DI FRAGOLE

Mescolate 1 cucchiaio di fragole, meglio se di bosco, con 1 cucchiaio di miele e 2 cucchiai di panna dolce. Applicate questa maschera ogni giorno per 20-30 minuti, per almeno 1 settimana. Quindi lavate il viso con acqua tiepida.
Preparate la maschera al momento; essa calma la pelle e lenisce le infiammazioni grazie alle sostanze contenute nelle fragole.
Attenzione: non usarla in caso di allergia alle fragole.


CONSIGLIO UTILE

Il sole d'alta quota ha mostrato effetti terapeutici sull'acne. La radiazione UV frena la proliferazione batterica e previene la tendenza alle infiammazioni.




ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 

VEDI ANCHE . . .