mercoledì 13 giugno 2018

CELIDONIA (Chelidonia majus), contro disturbi di cistifellea, fegato e verruche (Against gall bladder disorders, liver and warts)



CELIDONIA
Chelidonia majus

Protagonista di numerose credenze popolari, la celidonia, se colta con luna calante, è in grado di curare le verruche. È un rimedio antispastico e sedativo per fegato, vie biliari e apparato digerente.

BOTANICA -  In celidonia è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Papaveracee che, a seconda del terreno, può raggiungere un'altezza variabile tra i 40 centimetri e  1 metro. Caratteristici sono  i fiori gialli e il suo succo di colore giallo aranciato, dal gusto molto amaro,  che fuoriesce dalla pianta se recisa.

HABITAT - La celidonia è diffusa in tutta italia dalla regione mediterranea a quella montana.
Si trova prevalentemente nei luoghi ombrosi, nelle siepi, nei boschi e nelle zone ruderali.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizza la porzione aerea della pianta, raccolta al momento della fioritura e fatta poi essiccare. Inoltre si utilizzano la radice e la linfa.

COMPOSIZIONE - La celidonia contiene oltre 30 tipi diversi di alcaloidi tra cui coptisina e cheleritrina. Altri principi attivi sono la chelidonina, sostanze amare e acidi vegetali, tra cui l'acido melico e citrico, oltre che saponine e flavonoidi.
Il succo vegetale giallo aranciato, un carotenoide, contiene enzimi la cui azione è fondamentale per l'assimilazione delle proteine.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Grazie alle sue proprietà sedative e antispastiche, la celidonia è utilizzata per calmare i disturbi a carico dell'apparato digerente, del fegato e della secrezione biliare. La medicina popolare si avvale del succo giallo aranciato per curare le verruche e altre malattie della pelle; essa attribuisce inoltre alla pianta la proprietà di migliorare la vista, in caso di cornee opache. 

ATTENZIONE: a causa delle proprietà caustiche, la celidonia deve essere utilizzata con estrema cautela e sotto il controllo del medico, soprattutto in caso di uso interno.



Fiore e frutto di celidonia

APPLICAZIONI

INFUSO - Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 1 cucchiaino di pianta essiccata, lasciate in infusione 10 minuti, poi filtrate. Se non prescritto diversamente, bevetene 2-3 tazze al giorno.

SUCCOContro le verruche potete utilizzare il succo, spremendo la pianta fresca, Applicatelo sulle zone da curare, più volte al giorno, ponendo attenzione a non utilizzare il succo su aree di cute sana: esso ha un'azione corrosiva.
Proteggete quindi lo pelle con una crema grassa.

POMATA - In caso di verruche ecco una ricetta molto valida
scaldate a bagnomaria 50 grammi di grasso di maiale e 10 ml di celidonia.
Applicate 1-2 volte al giorno sulle parti interessate.

OMEOPATIA - Il rimedio omeopatico preparato con la celidonia viene utilizzato per curare disturbi a intestino, stomaco, fegato, cistifellea, gotta e reumatismi.


CONSIGLIO UTILE

Attenetevi ai dosaggi indicati sui prodotti e, per uso interno, consultate prima il medico. 



Lattice giallo

ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z


INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V