martedì 24 luglio 2018

CURARSI CON LA CARDIACA (Leonurus cardiaca) - Motherwort




CARDIACA
Leonurus cardiaca

Il nome della cardiaca deriva dalla forma delle sue foglie, simili a un cuore. La pianta, infatti, svolge un'efficace azione calmante sull'apparato cardiovascolare, conosciuta già dai medici dell'antichità, in Europa e Asia.

BOTANICA - La cardiaca è una pianta appartenente alla famiglia delle Laminacee e può raggiungere l'altezza di di 0,5-1,5 metri.  Le foglie sono palmate a 3-5 punte, ricoperte da una sottile peluria da entrambi i lati; i fiori sono di colore rosso pallido e rosa. Caratteristici sono l'odore pungente e il sapore amarognolo.

HABITAT - La cardiaca cresce in Europa, Nordafrica e in Asia occidentale fino all'Himalaya e alla Siberia orientale. Si trova in luoghi asciutti, per esempio lungo il ciglio delle strade, nelle siepi e nei luoghi incolti. Raramente viene coltivata nei giardini.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizza la parte aerea della pianta.

COMPOSIZIONE - La cardiaca contiene amari, come la sostanza leonurina, glucosidi, alcaloidi, flavonoidi, tannini e un basso quantitativo di olio essenziale.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Grazie alle sostanze in essa contenute, la cardiaca è in grado di agire sul sistema cardiovascolare, determinando vasodilatazione, abbassamento della pressione e diminuzione delle pulsazioni cardiache. Grazie a queste caratteristiche la pianta è efficace in caso di tachicardia, ansia e nervosismo dovuti a ipertiroidismo; inoltre è indicata nel trattamento di disturbi a carico dell'apparato genitale femminile, per esempio della menopausa, accompagnati, nella maggior parte dei casi, da vampate di calore. Infine, è un ottimo rimedio contro stati ansiosi, fiato corto ed eccitazione nervosa
In passato la tisana di cardiaca era impiegata nella cura dell'epilessia.


APPLICAZIONI

INFUSO - Versate dell'acqua bollente su 1-2 cucchiaini di pianta essiccata, lasciate riposare
10 minuti, poi filtrate. In caso di disturbi cardiaci di origine nervosa e della menopausa, bevetene 1 tazza 1-2 volte al giorno. Potete protrarre la cura per 2-4 settimane.

TISANE - Per aumentare la sua azione terapeutica, la cardiaca viene spesso mescolata ad altre piante officinali per  tisane, dall'effetto calmante e cardiotonico, come valeriana, melissa, ginestra o biancospino.

ESTRATTO FLUIDO E TINTURA - In caso di problemi cardiaci legati a disturbi digestivi e gonfiori, assumete 2-4 ml di estratto fluido o 2-6 ml di tintura di cardiaca 3 volte al giorno. Troverete entrambe le preparazioni in farmacia.

OMEOPATIA - Il rimedio omeopatico preparato con la cardiaca è efficace, in tintura madre o nelle potenze D1 e D2, in caso di debolezza cardiaca nervosa e gonfiori.

 CONSIGLIO UTILE

L'azione della cardiaca è molto simile a quella della valeriana: i preparati acquosi sono ottimi sedativi naturali, privi di effetti collaterali.


VEDI ANCHE . . .
ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 


Nessun commento: