giovedì 28 giugno 2018

CURARSI COL RABARBARO - Rumex Officinale (Curing with Rhubarb)



RABARBARO
Rumex Officinale

In Cina l'azione terapeutica del rabarbaro soprattutto sul tratto gastrointestinale è conosciuta da millenni. La pianta fu importata nel bacino mediterraneo dai mercanti di sete orientali. Nel Seicento era la Russia ad avere il monopolio del commercio di questa pianta.

BOTANICA - Il rabarbaro è una pianta appartenente alla famiglia delle Poligonacee che può raggiungere un'altezza di 2 metri.  Ha foglie basali orbicolari e cuoriformi, mentre il fusto è eretto e ha all'estremità un'infiorescenza a pannocchia formata da fiori giallognoli. Le radici hanno un gusto particolare e colorano la saliva di giallo. Il loro profumo è dolce e leggermente inebriante.

HABITAT - Il rabarbaro è originario degli altopiani della Cina del Nord e del Tibet dell'Est. A partire dal Settecento venne coltivato in Europa, soprattutto in Austria e nella Germania del Sud.

PARTI UTILI - Per scopo terapeutico si utilizzano le radici della pianta di 6-10 anni. Esse vanno raccolte in autunno quando le foglie, ancora attaccate ai rami, iniziano a ingiallire.

COMPOSIZIONE - Le radici di rabarbaro contengono composti di antranodi, che favoriscono l'evacuazione, e tannini, dall'azione antinfiammatoria e leggermente astringente. Assunta in piccole dosi la pianta provoca stipsi, mentre in quantità più elevate ha l'effetto contrario. Sono presenti, inoltre, pectine e amidi.

INDICAZIONI TERAPEUTICHE - Il rabarbaro, grazie alle spiccate proprietà lassative, è indicato in caso di stipsi e soprattutto in caso di emorroidi o fistole anali perché, grazie alle sostanze in esso presenti, è in grado di ammorbidire le feci. I tannini contenuti leniscono le infiammazioni gastrointestinali. Impiegata per uso esterno, la pianta è efficace nella cura di infiammazioni della mucosa orale.




APPLICAZIONI

INFUSO -  Versate 150 ml d'acqua bollente su 1 cucchiaino raso di polvere di radice di rabarbaro, lasciate riposare 10 minuti, poi filtrate. In caso di stipsi ed emorroidi bevete 1 tazza di tisana la sera.

TINTURA - In farmacia potete acquistare la tintura di rabarbaro. Per stimolare l'appetito e favorire la digestione assumetene qualche cucchiaino. Per favorire ancor più l'appetito unite in porti uguali la tintura di rabarbaro con quella di zenzero.
Assumetene 30 gocce con un po' d'acqua 3 volte al giorno.

PREPARATI IN COMMERCIO -  In farmacia e in erboristeria potete acquistare prodotti a base di rabarbaro, da solo o in unione con altre piante officinali, da impiegare sia per uso interno sia per uso esterno in caso di stipsi e per lenire infiammazioni della mucosa orale.


 CONSIGLIO UTILE

Il rabarbaro, similmente alla senna, contiene isometilantrachinone, anche se in minori quantità. Non assumetelo per troppo tempo, perché il suo uso prolungato può provocare dipendenza e infiammazioni e irritazioni del retto.





ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA
A - B - C - D - E - F - G - I - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - V - Z

INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE
A B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 


Nessun commento: