lunedì 4 aprile 2016

CURARSI CON GLI SPINACI (Curing with spinach)


LO SPINACIO

Non mi sembra proprio il caso di descrivere in dettaglio questa verdura prediletta dall'imbattibile "Braccio di Ferro" (Popeye):- sappiamo ormai tutti, dai fumetti e dai cartoni animati, che conferisce, una forza erculea a chi ne mangia...!
È cugino della barbabietola, e non ne conosciamo più la forma selvatica. Si può supporre che provenga dal Medio Oriente, perché il nome di spinacio potrebbe forse derivate dal persiano aspanach o dall'arabo isfinâg
Lo spinacio, come lo conosciamo, era già coltivato in Spagna nell'anno 1100 e in Italia nel 1200. Alberto Magno ne elogiava le virtù nutritive. Non solo lo spinacio è ricco di clorofilla e di proteine, ma favorisce la digestione e stimola tutte le secrezioni (dello stomaco, del fegato, del pancreas e delle ghiandole endocrine).
Ha virtù eccezionali di rimineralizzante. La spinacio contiene in quantità ferro, il che è abbastanza risaputo, ma contiene anche magnesio, fosforo, jodio e numerosi oligo-elementi indispensabili al buon equilibrio di tutte le funzioni dell'organismo. 
Lo consiglio in particolar modo ai bambini e agli adolescenti, ai convalescenti, agli anemici e a tutti i sofferenti di malattie croniche. 
Lo raccomando, inoltre, agli intellettuali (per il contenuto di fosforo) e agli abitanti delle città superinquinate (per I'alto tenore di ferro che consente ai globuli rossi di favorire l'ossigenazione del sangue). 
È indicatissimo per tutti coloro che soffrono di malattie della pelle; Braccio di Ferro acquistava una forza formidabile dopo aver mangiato la sua porzione di spinaci: la sua eterna fidanzata, Olivia, avrebbe acquistato un altrettanto formidabile colorito se ne avesse mangiato anche lei e forse - chissà - a quest'ora lo avrebbe già sedotto.




Raccolta

Non mi stancherò di raccomandarvi di coltivare spinaci nelI'orto: avrete così la sicurezza di poter disporre di una verdura fresca e "biologicamente" pura (senza concimi chimici).
Qualsiasi terreno è adatto. Seminate a primavera in file parallele e in terreno ben concimato.



Preparazione e impiego

Per la tavola, preparate gli spinaci secondo le vostre ricette preferite, ma fate ben attenzione a non compromettere le loro proprietà equilibranti e rimineralizzanti con un eccesso di condimento indigesto! Quello che vale per le altre piante, vale anche per questa: la preparazione più semplice è sempre la più efficace.

SUCCO di spinaci cotti: cuocete, se vi è possibile, gli spinaci nella pentola a pressione perché possano conservare appieno le loro virtù; non buttate il succo: spremetelo attraverso un telo sottile e bevetelo. (Da 3 a 4 tazze al giorno è uno dei migliori ricostituenti che io conosca.)

SUCCO di spinaci crudi: preparatelo solamente con spinaci appena colti e lavati accuratamente. (Da 3 a 4 tazze al giorno.)

VINO di spinaci crudi: fate macerare una bella foglia di spinacio in un bicchiere di vino rosso. (Un bicchiere al giorno.)

Controindicazioni: Per la loro ricchezza di sali, e particolarmente di ossalati, gli spinaci sono da sconsigliare a coloro che soffrono di gotta, artrite, reumatismi e a quelli che soffrono di calcoli urinari.






ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z