mercoledì 13 luglio 2016

CURARSI CON IL NASTURZIO o CAPPUCCINA, contro la caduta dei capelli, afrodisiaco (Tropaeolum majus) Nasturtium against hair fall - Aphrodisiac




  
LA CAPPUCCINA
Tropaeolum majus L.
Famiglia delle Tropeolacee
Fiori arancione, gialli o rossi


Il tropeolo detto anche nasturzio o cappuccina è una pianta erbacea annuale e perenne, tuberosa, di facile coltura, ma che richiede posizioni semiombreggiate e umide. Non si creda che la cappuccina perchè pianta facile si possa coltivare senza particolari accorgimenti. La cappuccina ama vivere al margine dei corsi d'acqua, in posizioni ombreggiate e in terreni fertili.  

È originaria delle foreste dell'America del Sud; fu descritta per la prima volta nel '500, con il nome suggestivo di "fiore sanguigno del Perù". Le si attribuiscono, sembrerebbe a ragione, virtù afrodisiache, pertanto in Francia è anche conosciuta come "fior d'amore"; abbellisce i giardini con le sue grandi foglie arrotondate e i fiori rossi, arancione o gialli, secondo le varietà. In Francia la si usa anche come ingrediente nella minestra di patate per il suo soave sapore pepato. I fiori sono un grazioso ornamento per le insalate; in passato, i boccioli sotto aceto erario più apprezzati dei capperi. 
La cappuccina è una pianta attiva contro lo scorbuto (fortunatamente diventato rarissimo), le irritazioni bronchiali e polmonari, le disfunzioni renali e le infezioni della vescica. Il suo alto tenore di zolfo la raccomanda alle persone anziane e ai convalescenti. 
È leggermente lassativa e stimola il movimento del bolo alimentare nell'intestino; mia nonna si serviva dei cespi di cappuccina per due particolari preparazioni: in semicupi per regolarizzare il ciclo mestruale e in lozioni per combattere la calvizie degli uomini (la cappuccina "trattiene i capelli" probabilmente per I'alto tenore di zolfo).






Raccolta

Piantate una quantità sufficiente di semi di cappuccina per soddisfare il vostro gusto estetico e le vostre necessità terapeutiche. Abitanti delle città, non dimenticate che la cappuccina si coltiva anche sul balcone! La pianta fiorisce fra giugno e settembre: coglierete i primi boccioli, i primi fiori appena schiusi, ed eventualmente le prime foglie, per la minestra. Il resto lo lascerete per abbellire il giardino. I semi, li raccoglierete quando saranno belli grossi: una parte conservatela per la futura semina (la cappuccina è una pianta annuale), il resto vi sarà utile quando non avrete più né fiori né boccioli per le vostre preparazioni. 
Vi raccomando di non utilizzare mai per scopi medicinali i semi venduti in commercio perché sono stati trattati chimicamente.






  
Preparazione e impiego

INFUSO e DECOTTO (pettorale, diuretico, eccitante, afrodisiaco): misurate una piccola manciata di boccioli di fiori o di semi per litro d'acqua. (Da 2 a 3 tazze al giorno.)

SEMICUPI (regolatori delle mestruazioni) : come sopra, stesse proporzioni.

LOZIONE PER CAPELLI: tritate due manciate di fiori, di foglie fresche e di semi di cappuccina con una decina di foglie d'ortica e tre foglie di bosso; fate macerare il tutto per due settimane in un litro d'alcool a 90°; filtrate e frizionate vigorosamente il cuoio capelluto.




  
INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE

A - B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V 


Nessun commento: