sabato 16 gennaio 2016

GASTRITE - I rimedi (Remedies for Gastritis)



GASTRITE

Con il termine gastrite si indica un'infiammazione della mucosa dello stomaco, a insorgenza acuta o cronica.
La prima è dovuta, in genere, ad abusi alimentari o all'ingestione di particolari farmaci (i cosiddetti "fans", antinfiammatori non steroidei), di alcol in quantità eccessive e all'abitudine al fumo. Più raramente è associata a un'infezione virale. Sintomi tipici sono crampi alla parte superiore dell'addome, nausea, vomito e febbre. 
La forma cronica, invece, può essere causata da un batterio presente nello stomaco (Helicobacter pylori), oltre che da fattori irritanti sulla mucosa gastrica, quali alcol o tabacco.
Anche lo stress e la tensione rappresentano concause. 
In genere la gastrite cronica è asintomatica, ma possono verificarsi i medesimi disturbi della forma acuta. Se questi persistono per più di tre settimane è consigliabile consultare il medico. 
Rimedi della medicina naturale ed esercizi di rilassamento leniscono i disturbi.

Che fare? Evitate tutto ciò che può irritare la mucosa gastrica, come cibi grassi e piccanti, alcol caffè e tabacco. Cercate di ridurre lo stress, per esempio praticando tecniche di rilassamento. Altrettanto efficace è fare regolarmente del movimento all'aria aperta. 
Tisane officinali, impacchi che aumentano la circolazione sanguigna e rimedi omeopatici sono indicati per lenirei disturbi

Tecniche di rilassamento - Concedetevi, ogni tanto, delle pause e praticate tecniche di rilassamento, che aiutano a ridurre Io stress e l'agitazione e donano nuova energia. Gli esercizi di respirazione vi faranno sentire meglio già dopo pochi minuti, mentre il training autogeno vi aiuterà a ritrovare l'equilibrio.
È consigliabile imparare queste tecniche frequentando specifici corsi, in modo da essere poi in grado di effettuarle da soli in modo efficace.

Psicoterapia - L'ansia e la tensione che spesso si provano nell'ambito lavorativo sono una delle principali cause di disturbi psicosomatici. In questi casi è consigliabile rivolgersi a uno psicoterapeuta, che potrà aiutarvi a prendere coscienza dei vostri problemi in modo da individuare una soluzione.

Prevenire - Mangiate lentamente. Se possibile, è preferibile consumare tanti piccoli pasti nell'arco della giornata piuttosto che due grandi.
Frutta, verdura o cibi al vapore sono più digeribili di altre pietanze, come insaccati, carne o dolci. Non consumate troppo alcol e preferite acqua minerale naturale.



   
TISANE RILASSATI

Alcune piante officinali sono molto efficaci per preparare tisane dall'azione rilassante, che possono dare sollievo in caso di dolori acuti.
La farfara stimola l'appetito e riduce i crampi, la melissa calma, mentre la camomilla ha un effetto antispastico.
Versate 200 ml d'acqua bollente su 2 cucchiai di farfara o fiori di camomilla oppure 3 cucchiai di foglie di melissa. Lasciate in infusione 10 minuti, poi filtrate. Bevetene 2-3 tazze al giorno.


TISANE MEDICINALI

MISCELA DI PIANTE RILASSANTI

Mescolate 50 g di fiori di camomilla, 50 g di foglie di menta e 30 g di farfara. 
Versate 1/4 Idi litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini della miscela, lasciate in infusione per un quarto d'ora, coprendo con il coperchio, poi filtrate.
Bevete la tisana calda.


TISANA DI MENTA (VEDI SCHEDA)

La menta, grazie all'olio essenziale contenuto, rilassa la membrana gastrica e diminuisce i gonfiori. 
Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 1 cucchiaio di foglie di menta, lasciate in infusione per 10 minuti, coprendo con il coperchio, poi filtrate.
Bevetene 3 tazze al giorno, preferibilmente dopo i posti.


TISANA DI VALERIANA

La valeriana svolge un'azione rilassante in caso di disturbi allo stomaco di natura nervosa.
Versate 1/4 di litro d'acqua bollente su 2 cucchiaini di radice della pianta essiccata e tritata,
lasciate in infusione 10 minuti, coprendo con il coperchio, poi filtrate.
Bevetene 1 tazza 2-3 volte al giorno.


RIMEDI OMEOPATICI

Assumete 7 globuli ogni ora del rimedio più indicato per i vostri disturbi:

* Nux vomica D6 in caso di dolori conseguenti all'assunzione di cibi non freschi e in quantità sregolota.

* Magnesium phosphoricum D3 in caso di coliche che migliorano con il caldo e premendo.

* Colocynthis D6 in caso di crampi allo stomaco.

* Pulsatilla D12 in caso di assunzione di cibi pesanti e sovrapproduzione di succhi gastrici.

Assumete 3 volte al giorno 7 globuli di:

* Carbo vegetabilis D4D6 in caso di crampi e rigurgiti acidi.

* Belladonna D4 in caso di dolori che si manifestano a intervalli regolari.


IMPACCO CALDO

Preparate 2-3 litri di tisana di camomilla e immergetevi un telo di lino. Ponete l'impacco sull'addome e copritelo con un asciugamano.
Lasciate agire per circa un'oro. Poi riposate al caldo per mezz'ora.


CONSIGLIO UTILE

L'agopuntura può essere d'aiuto in caso dì disturbi allo stomaco di origine nervosa accompagnati da nausea e sensazione dì oppressione. l disturbi diminuiscono già dopo la prima seduta.




Nessun commento: