mercoledì 4 febbraio 2015

IL LIMONE - Consigli vari (The lemon: various tips)



LIMONE
Citrus medica L,
Famiglia delle Rutacee
Fiori bianchi

Non c'è che dire, è aspro. Solo a sentirlo nominare vien fatto di contrarre la bocca e sbattere le palpebre. Però è anche fresco e leggero come l'aria vivificante della primavera. Ha un buon odore di salute e da un pizzicore alla lingua. Mi piace aspirarne il profumo snervante e tonico al tempo stesso; è una di quelle piante che riesco meglio a "immaginarmi con la lingua": provate anche voi a "immaginare con la lingua"; è il modo migliore per entrare in confidenza con i semplici.
È inutile indugiare a presentarvi con molti particolari questa pianta dai'bei frutti verdi-dorati, simili a seni di giovinetta, se non per dirvi che ne esistono diverse specie: il limone comune, il limone di Media, la limetta, il cedro, ecc., e che tutte hanno all'incirca le stesse proprietà terapeutiche.
Le foglie sono calmanti, toniche e vermifughe. Sono sudorifere e combattono gli spasmi (tosse, asma, nervosismo, insonnia, palpitazioni e tanti malanni analoghi). 
Le stesse virtù le hanno anche le foglie d'arancio: in commercio le foglie di limone e d'arancio vengono spesso mescolate: non sarebbe un gran male se non fossero il più delle volte impregnate di insetticidi e pesticidi altamente tossici.

Con il frutto prepareremo delle limonate diuretiche e rinfrescanti che giovano in particolar modo ai sofferenti di stomaco, intestino e fegato.
Il succo di limone è giustamente rinomato per essere ricco di vitamine (A, B, 82 e soprattutto C): è decisamente rinfrescante, diuretico, vermifugo, tonico e ricostituente. 
Tutti i disturbi dell'apparato digerente, in particolare dei bambini, si possono debellare con il succo di limone. 
È un antidoto efficace contro intossicazioni da veleni alcalini (soda, potassa, varechina): mamme, ricordatevene in caso di emergenza!!

Le spennellature e i gargarismi curano il mal di gola. 
La buccia del limone è tonica, stimola tutte le funzioni dell'organismo, fa sudare (quindi è un ottimo disintossicante) ed è un poderoso coadiuvante delle funzioni dello stomaco.





  
Raccolta

I limoni crescono solo in poche zone benedette dell'area mediterranea. Scommetterei che pochi sono gli amici che hanno delle piante di limone in giardino. Gli altri si accontenteranno per forza delle foglie comperate dall'erborista e dei frutti che offre il mercato. 
Per quanto riguarda i frutti, pazienza; per il resto non posso trattenermi dal dire che tutti gli agrumi, oggi, sono super trattati, prima a gran colpi d'insetticidi e in seguito con dosi massicce di conservanti, in particolare difenile. Rinunciate alle medicazioni a base di limone
piuttosto che avvalervi, per le vostre preparazioni, di foglie e di frutti 'avvelenati': se non siete più che sicuri dell'origine e della purezza biologica del vegetale, fatene a meno.





  
Preparazione e impiego

INFUSO E DECOTTO di foglie: mettete 10 pizzichi di foglie secche in un litro d'acqua. (Da 2 a 3 tazze al giorno.)

LIMONATA MEDICINALE di limone intero

Prima ricetta: lasciate a bagno per un'ora due limoni tagliati in fette sottili in un litro d'acqua; dolcificate possibilmente col miele. (Da 3 a 4 grandi bicchieri al giorno.) 

Seconda ricetta: sbucciate il vostro limone; spremete l'essenza della buccia in un bicchiere d'acqua calda e il succo della polpa su qualche cucchiaiata di miele; mescolate il tutto e diluitelo con I'acqua. (Da 3 a 4 grossi bicchieri durante la mattinata.) 

Terza ricetta: fate bollire due limoni tagliati a fette in un litro d'acqua; dolcificate col miele; eventualmente sostituite l'acqua con del latticello.
(Da 2 a 3 bicchieri al giorno.)

SUCCO DI LIMONE: non vi accontentate di tagliare il frutto in due per spremerlo; prima togliete accuratamente la buccia (flavedo) indi, la parte bianca, ossia la parte interna della buccia, e i semi. Il succo può essere preso con del miele, o diluito (un limone in due litri d'acqua per I'acidità di stomaco), o con l'acqua di Vichy e bicarbonato di soda (per i disturbi digestivi e per i tristi postumi della sbornia), o ancora mescolato all'olio di ricino (vermifugo). 
Esternamente ve lo raccomando per spennellature e gargarismi contro mali di gola e anche per bagni alle mani, pediluvi e bagni completi contro le emicranie,le emorragie nasali e per la bellezza della pelle (un limone spremuto per litro d'acqua utilizzata).

POLVERE di scorza seccata: la buccia del frutto pestata si conserva molto bene. (3 cucchiaini da caffè al giorno con del miele, come tonico, come stimolante dello stomaco e per aumentare la diuresi e la sudorazione.)

ALCOOLATO (stesse indicazioni del precedente): tagliate minutamente una manciata di bucce fresche in un bicchiere di alcool a 90° (Un cucchiaino da caffè al giorno.)




    
CONTROINDICAZIONI: il limone è un prezioso alleato, ma per la sua acidità, (frutti) e per l'attività dell'essenza (contenuta nella sua scorza gialla) lo sconsiglio ai gottosi, ai reumatici e ai malati di reni (coliche renali, calcoli). 
Le foglie fanno eccezione e sono tollerate.


VEDI ANCHE . . .