martedì 27 ottobre 2015

CAVOLO VERZA (cabbage)



      

Il cavolo appartiene alla famiglia delle Crocifere ed è da tempo conosciuto per le sue proprietà terapeutiche.
Vi sono diverse varietà di cavolo... : quello bianco..., quello verde..., il cavolfiore..., il cavolo rapa..., cinese..., cappuccio..., i cavoletti di Bruxelles..., la verza..., e i broccoli.
Il cavolo è un alimento che si può acquistare in qualsiasi periodo dell'anno, è poco costoso e può essere cucinato in vari modi.
A seconda del tipo di cavolo vengono cucinate le foglie oppure le infiorescenze.
Questo ortaggio è indispensabile per un'alimentazione sana e, grazie alle vitamine e ai sali in esso contenuti, è indicato in caso di malattie dell'apparato gastrointestinale.
In esso sono presenti anche la clorofilla e composti di zolfo.
Particolarmente ricchi di queste sostanze sono il cavolo bianco, quello verde e la verza.

Il cavolo è ricco di sali minerali, soprattutto composti sulfurei e magnesio.
Per tale motivo è indicato in caso di carenza di questi elementi e può essere d'aiuto per aumentare il rendimento fisico e la vitalità.
Non è ricco di calorie ed è quindi un alimento ottimo per diete dimagranti e per combattere la pigrizia intestinale.
Inoltre il cavolo ha un effetto calmante sui nervi, rilassa e favorisce il sonno.
Mangiato crudo ricopre le pareti dello stomaco di un muco protettivo.


COMPOSIZIONE (Note raccolte dall'enciclopedia)

"100 grammi di cavolo bianco crudo contengono 1,3 g di proteine..., 0,2 g di grassi..., 4,2 g di carboidrati..., 3 g di amidi..., 13 mg di sodio..., 208 mg di potassio..., 49 mg di vitamina C ..., e circa 25 Kcal.
I broccoli, la verza e il cavolo verde hanno un alto contenuto di sali minerali e di vitamine".


SUCCO DI CAVOLO - Nel succo di cavolo sono presenti legami biologici attivi di rodanina e zolfo che influiscono positivamente sul funzionamento tiroideo.
In caso di ipertiroidismo essi impediscono l'assimilazione di iodio e diminuiscono il gozzo provocato da disfunzioni della tiroide.
In ogni caso consultate sempre il medico di fiducia: se il gozzo non dipende da ipertiroidismo non bevete il succo di cavolo!


PREVIENE IL CANCRO - I cavoli di qualunque tipo, consumati crudi, possono essere d'aiuto nella prevenzione del cancro, poiché contengono sostanze in grado di purificare l'intestino dalle tossine e oli di senape che proteggono dalle infezioni.


SPREMUTA DI CAVOLO - Per ottenere un litro di succo di cavolo sono necessari circa 2 Kg di cavolo bianco.
Sminuzzate il cavolo e fatene una spremuta.
Impiegato per uso esterno il succo favorisce la guarigione di ulcere gastriche.
Bevetene 200-250 ml 4 o 5 volte al giorno.
Per irrobustire le vie aeree bevetene quotidianamente 1 bicchierino con 1 cucchiaino di miele e il succo di uno spicchio d'aglio.


IMPACCO DI CAVOLO SULLE FERITE

1 cavolo verde o 1 verza (preferendo le foglie verdi)
1 garza
1 fascia

Lavate le foglie con acqua fredda, asciugatele, mettetele sopra un tagliere di legno e pressatele con il matterello.
Ricoprite la ferita con le foglie, ponete su du esse la garza e fasciate il tutto.
Lasciate agire l'impacco per tutta la notte.
Il mattino seguente toglietelo e, se necessario, ripetete l'operazione.
Questo tipo d'impacco è molto utile nella cura delle ferite che stentano a rimarginarsi.
Il cavolo disinfetta la parte lesionata favorendo l'espulsione di eventuali secreti.
Per questo motivo le foglie vanno utilizzate una sola volta!


^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^

Il cavolo è efficace in caso di ipertiroidismo, mal di testa, emicrania, infiammazioni delle articolazioni; per dimagrire, per pigrizia intestinale e per carenza di sali minerali.


^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^


Se avete lo stomaco sensibile potete condire i cibi con il cumino o i semi di finocchio, spezie che non provocano gonfiori.



^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ *^ * ^ * ^ * ^ * ^



ATTENZIONE - Acquistate, se potete, solamente cavoli prodotti in coltivazioni biologiche e con foglie di colore verde vivo.
Quando li cucinate non togliete le foglie perché esse contengono una grande quantità di sali minerali e sono ottime sia per un'alimentazione sana sia come base per cure naturali.

Nessun commento: