giovedì 8 gennaio 2015

LA TONSILLITE (Tonsillitis)




   
TONSILLITE

Le tonsille, come i linfonodi, appartengono al sistema linfatico, che protegge il corpo dalle infezioni. La tonsillite è un'infiammazione acuta o cronica delle tonsille palatine, provocata da germi piogeni, in particolare dallo streptococco beta-emolitico di gruppo A. 
In casi più rari possono essere colpite anche le tonsille faringee e gli organi circostanti. 
I sintomi principali sono inizialmente febbre alta, brividi, mal di testa e sensazione di forte malessere generale. La gola, inoltre, è dolente, molto arrossata e gonfia, con formazione di placche biancastre sulla superficie tonsillare, che denunciano lo stato purulento: in questo caso è opportuno rivolgersi al medico con urgenza. Infine, i linfonodi si ingrossano. 
La mancata cura della patologia in forma acuta può causare complicazioni, in quanto i batteri vengono immessi nel sangue. In casi più lievi è sufficiente praticare impacchi e bagni per lenire i dolori.


TONSILLITE: CHE FARE?

In caso di disturbi acuti con forte mal di gola e febbre alta dovete assolutamente riposarvi e rimanere a letto. Inoltre, è importante assumere molti liquidi, vitamine e consumare cibo in quantità ridotta.
In caso di tonsillite sono d'aiuto rimedi della medicina naturale, come impacchi freddi o caldi, oltre a tisane e bagni preparati con piante officinali.


Impacchi per lenire i disturbi - Impacchi al collo, freddi o caldi, leniscono il dolore e stimolano la guarigione. Ricorrete a impacchi freddi soprattutto in caso di abbondante sudorazione.

Inalazioni per inumidire le mucose - Inalare il vapore stimola l'irrorazione sanguigna delle mucose e migliora di conseguenza la respirazione. Potete aggiungere oli essenziali all'acqua bollente, per esempio di menta o eucalipto, che rinfrescano e facilitano la respirazione per via nasale. 
Inoltre, è opportuno inumidire l'aria degli ambienti: per questo scopo potete porre asciugamani bagnati nella stanza, oppure utilizzare l'apposito umidificatore.

Evitare i gargarismi - Recenti studi scientifici sconsigliano di praticare gargarismi, perché l'infezione, invece di ridursi, si diffonde maggiormente, rallentando il processo di guarigione.

Aumentare le difese immunitarie - Praticare regolarmente la sauna aumenta le difese immunitarie e di conseguenza riduce il rischio di tonsillite, così come la regolare assunzione di vitamina C. Essa è contenuta in alta concentrazione nei kiwi, nel cinorrodo e nei mirtilli. 
La migliore prevenzione è quindi costituita dall'assunzione di abbondanti quantità di questi frutti freschi.






TISANE MEDICINALI

MISCELA DISINFETTANTE

Alcune tisane alle erbe sono disinfettanti e antinfiammatorie. Preparate una miscela con 30 g di timo,  30 g di radice di altea, 20 g di finocchio e 20 g di anice. 
Versate 1/4 di litro di d'acqua bollente su 1 cucchiaio della miscela, lasciate in infusione 10 minuti, poi filtrate. Bevete 1 tazza di tisana 2-3 volte al giorno.


MALVA PROTETTIVA DELLA MUCOSA

Il macerato di malva è ottimo per curare la tonsillite, poiché la pianta contiene muco vegetale che protegge la membrana mucosa delle tonsille. 
Versate 1 cucchiaio pieno di fiori di malva in 1 tazza d'acqua freddo. Lasciate
macerare tutta lo notte, poi riscaldate e infine filtrate. Bevete 2-3 tazze al giorno.


RIMEDI CASALINGHI

IMPACCHI DI QUARK

Preparate una pasta spalmabile con 250 g di quark e un po' di latte.Spalmate lo pasta su un fazzoletto che legherete attorno al collo in modo che il quark sia direttamente a contatto con la pelle. Poi ricoprite il tutto con una sciarpa di lana. Lasciate agire fino a quando il quark non si sarà riscaldato.


PEDILUVIO A TEMPERATURA CRESCENTE

Questo pediluvio stimola l'irrorazione sanguigna delle mucose. 
Scaldate l'acqua fino a raggiungere la temperatura di 33 °C. Poi aggiungete, a poco o poco, acqua sempre più calda fino ad arrivare, dopo un quarto d'ora, a una temperatura di 42 °C. 
Lasciate i piedi a mollo per altri 5 minuti e poi asciugateli bene. Indossate calze pesanti e riposatevi per almeno mezz'ora. 
Potete ripetere l'operazione ogni 2 ore.


IMPACCO CALDO

Preparate un impasto con 200 g di semi di lino e acqua calda. Spalmate il tutto su di un fazzoletto che legherete intorno al collo e che coprirete con una sciarpa di lana.
Togliete l'impacco solo quando si sarà raffreddato,


LENIRE IL DOLORE DURANTE LA DEGLUTAZIONE

Le pastiglie di menta, mentolo ed eucalipto contengono oli essenziali che stimolano la produzione di saliva, sono rinfrescanti e leniscono i dolori durante la deglutizione dovuti alle tonsille ingrossate. Inoltre, questi oli essenziali sono antinfiammatori, battericidi e antidolorifici.


CONSIGLIO UTILE

Tamponate la tonsilla gonfia con un bastoncino di ovatta sul quale avrete versato alcune gocce di una soluzione al 20 % di essenza di tea tree, dalle proprietà disinfettanti.




1 commento:

Anonimo ha detto...

Da quando ho imparato il lavaggio nasale dall'ayurveda ho ridotto del 90% il rischio di avere una tonsillite o comunque una infezione delle prime vie respiratorie. Anche un medico otorino mi ha confermato l'efficacia del metodo. E sempre come sana pratica di pulizia, pratico settimanalmente un enteroclisma di camomilla calda (circa 2 litri). Rimedi semplici, che però, vi raccomando, vanno sempre discussi prima con un medico. Grazie per l'ospitalità - Debby