domenica 21 dicembre 2014

SESSUALITÀ (Sexuality)






                                                                                                  
SESSUALITÀ

I problemi più comuni legati alla sfera sessuale si verificano in relazione ai vari momenti che caratterizzano le diverse fasi del rapporto sessuale: desiderio, eccitazione e orgasmo.

Per esempio, si può compiere un atto sessuale senza provare desiderio, o provare desiderio e non essere in grado di compiere I'atto sessuale, oppure avere un orgasmo senza le modificazioni - erezione o lubrificazione vaginale - che si verificano nella fase di eccitazione.

Le principali difficoltà che sorgono dal normale ciclo della risposta sessuale, ciascuna delle cui fasi è governata da differenti sistemi fisici, chimici, nervosi e psicologici, sono qui esaminate.

Sia I'uomo sia la donna possono soffrire di inibizione del desiderio sessuale. In tal caso, il desiderio è totalmente assente, o è tanto debole che non viene messo in atto alcun comportamento sessuale, e gli approcci sessuali vengono respinti. Vi sono poi i problemi relativi alla fase di eccitazione, ossia I'insufficienza dell'erezione o impotenza negli uomini e la mancanza di lubrificazione vaginale e il dolore alla penetrazione nelle dorme.

Nella fase successiva, quella dell'orgasmo, vi può essere, negli uomini, eiaculazione precoce o eiaculazione ritardata
Nel primo caso, più frequente, l'orgasmo ha luogo troppo presto. È questa, tuttavia, una definizione alquanto soggettiva, in quanto il momento "più opportuno" per l'eiaculazione dipende tanto dalla soddisfazione della donna quanto da quella dell'uomo.

Nel secondo caso, l'eiaculazione avviene con difficoltà, talvolta con dolore, in genere per cause psicologiche. Se è presente dolore, può trattarsi di disfunzione degli organi sessuali maschili, che necessita di adeguato trattamento medico.

Il problema equivalente nella dorma è noto come "frigidità". L'orgasmo non si verifica, pertanto l'eccitazione sessuale si risolve in una sensazione di insoddisfazione. A volte vi è anche dolore sordo o intenso: ciò è dovuto alla congestione dei vasi sanguigni pelvici che, in assenza di orgasmo, non viene ridotta. Tuttavia, il dolore scompare man mano che diminuisce la fase dell'eccitazione.

Si possono verificare altri due problemi sessuali per l'uomo. Uno, l'impotenza erigendi, (impossibilità di raggiungere l'erezione), può essere provocato da motivi psicologici: per esempio il timore di provocare una gravidanza o la paura della penetrazione come tale. 
È molto più raro che essa sia dovuta a cause fisiche, come difficoltà circolatorie nei corpi cavernosi del pene o a effetti collaterali dovuti all'uso di farmaci (per esempio, alcuni antipertensivi).

L'altro problema è il dolore durante I'atto sessuale, che riconosce di solito cause fisiche. Il dolore può anche verificarsi soltanto al momento dell'eiaculazione, e in alcuni rari casi del genere la causa è di origine psicologica.
Le dorme possono soffrire di vaginismo o di dispareunia, disturbi che rendono difficoltoso o doloroso l'atto sessuale. La differenza nei due termini è legata alla sede di percezione del dolore, che nella dispareunia è avvertito in sede profonda e in modo sordo, mentre nel vaginismo è legato a una contrazione spastica dei muscoli vaginali. 
Comunque, i disturbi sono spesso causati da precedenti esperienze sessuali traumatiche o insoddisfacenti. Tuttavia, le donne che soffrono di vaginismo possono raggiungere l'orgasmo con altri mezzi, come la stimolazione del clitoride.

Molte condizioni fisiche (ulcerazione degli organi sessuali, infiammazione o infezione pelvica o vaginale e secchezza o atrofia della mucosa vaginale) possono procurare dolore locale e le improvvise contrazioni possono rappresentare una reazione dell'organo stesso all'eventuale sollecitazione.


Aiutarsi da soli - Per combattere l'inibizione del desiderio sessuale, l'impotenza, la frigidità e altre difficoltà sessuali, occorre prima di tutto rendersi conto che tali problemi possono danneggiare anche il migliore dei rapporti di coppia, e in qualunque momento: cercate quindi di affrontare seriamente la situazione, ma senza preoccuparvi, perché l'ansia costituisce una delle cause principali delle difficoltà; spesso il timore di un insuccesso lo provoca realmente. Depressione, stress e fatica rivestono inoltre un ruolo importante.
Cercate di parlarne francamente e ascoltate con attenzione il partner. Esprimete le vostre esigenze e le vostre preferenze e sforzatevi di comprendere quelle del partner. Per esempio, gli uomini spesso sottovalutano l'importanza dei giochi erotici nel destare l'eccitazione femminile e il nascondere I'insoddisfazione sessuale spesso non fa che aggravare il problema.
Cercate di non aspettarvi sempre troppo dal sesso. In certi periodi della vita, per esempio dopo una malattia, l'orgasmo può non essere "indispensabile": baciarsi, abbracciarsi, accarezzarsi, prendersi cura l'uno dell'altro possono risultare egualmente soddisfacenti. Inoltre, aiutano a scoprire i bisogni e le preferenze reciproche.

Uno dei maggiori problemi nel rapporto sessuale è dato dalla differenza delle rispettive libido (impulso o desiderio sessuale), che, in entrambi i sessi, può essere diverso in diversi momenti. Anche qui, i partner dovrebbero elaborare un loro personale tipo di comprensione e di compromesso: per esempio, le dorme a volte provano un calo di interesse nei confronti del sesso in momenti diversi del ciclo mestruale, e anche dopo il parto e la menopausa. 
Il partner deve cercare di rendersi conto che non è lui che viene rifiutato, ma è il sesso che è rifiutato in quel momento.

La capacità di rilassarsi ha un'importanza primaria. Concedetevi il tempo di "staccare" dalle preoccupazioni della vita quotidiana lavoro di ufficio, viaggi, cura dei figli, lavoro casalingo ecc. 
Può essere utile creare un'atmosfera con luci soffuse, musica di sottofondo, o qualche passo di danza, ma, anche in questo caso, ogni coppia deve scoprire le sue personali preferenze.

Eliminate l'alcol, il fumo e qualsiasi farmaco, come tranquillanti, antistaminici e simili, che non sono indispensabili per il benessere, ma riducono il desiderio e l'efficienza sessuale, provocando spesso impotenza. Anche un pasto abbondante subito prima di fare l'amore produce spesso lo stesso effetto.

Fate esercizio fisico, scoprirete presto quanto ne avete bisogno - e adottate una dieta sana. La perdita del desiderio e della capacità di compiere l'atto sessuale rappresentano i primi effetti di una cattiva nutrizione. 
Lo zinco è uno dei minerali più importanti, in quanto è essenziale per la produzione di molti ormoni, tra i quali quelli sessuali. Provate a prenderlo in dose giornaliera di 20-30 mg per uno o due mesi. 
Gli uomini ne hanno anch'essi bisogno per il buon funzionamento della ghiandola prostatica, che produce il liquido che viene eiaculato insieme allo sperma. 
Lo iodio e la tiamina sono indispensabili per la salute della tiroide, che produce un ormone che controlla il metabolismo; il deficit di quest'ormone provoca sonnolenza, stanchezza, mancanza di desiderio e diminuzione di interesse verso il sesso. 
Tutte le ghiandole hanno bisogno degli aminoacidi essenziali per la sintesi delle proteine. 
La colina è un'altra sostanza indispensabile e il suo precursore si trova nel tuorlo d'uovo, nella carne, nel granturco e nella soia.

Le capsule di lievito di birra possono anch'esse rivelarsi utili: il lievito contiene il fattore di tolleranza al glucosio, senza il quale il corpo sviluppa un'intolleranza al glucosio, che si ritiene sia una delle cause dell'impotenza. 
Tuttavia, in caso di diabete, dovrete consultare il medico prima di assumere tale prodotto.

Esistono inoltre alcuni pregiudizi sul sesso che non corrispondono al vero.
Una teoria errata è quella secondo la quale l'interesse sessuale è assente negli anziani e che, comunque, il sesso fa male dopo una certa età. Questo non è vero: anche dopo i 60 anni si può godere di una vita sessuale serena e gratificante, compatibilmente ai cambiamenti dovuti al trascorrere del tempo.

Un'altra opinione scorretta è quella secondo cui l'atto sessuale affatica eccessivamente il cuore. Esperimenti condotti negli Stati Uniti hanno dimostrato che la quantità di energia fisica spesa durante il coito è inferiore a quella richiesta dalla maggior parte delle ordinarie attività. Persino dopo un attacco cardiaco, al suo ritorno a casa dopo il ricovero ospedaliero, il paziente è pronto per il sesso; tuttavia è consigliabile consultare il medico per i singoli casi. In genere, un attacco cardiaco che si verifichi durante o subito dopo un rapporto sessuale è dovuto ad altri fattori, come l'abuso di alcol o di cibo, o lo stress derivante da una
relazione extramatrimoniale.


Con chi consultarsi - Se ritenete di aver bisogno di un aiuto esterno per risolvere le difficoltà che vi affliggono e non desiderate consultare il vostro medico, rivolgetevi ai consultori familiari presenti sul territorio nazionale.


 MEDICINA NATURALE

TERAPIA COMPORTAMENTALE

La visita dal terapeuta - La terapia dipende dalla natura dei problemi. Fondamentalmente il trattamento consiste in una fase di istruzione (informazioni corrette sul sesso); di comunicazione (la coppia viene incoraggiata a discutere e a trovare un accordo sulla propria relazione sessuale); di puntualizzazione sulle percezioni provate (le sensazioni fisiche dei preliminari erotici e dell'atto sessuale sotto vari aspetti); e di rilassamento (un'intesa sessuale approfondita mediante un graduale progresso verso vari stadi di intimità).


RIMEDI DI BACH

Aiutarsi da soli I terapeuti consigliano Clematis, se il problema riguarda fantasie sessuali ossessive senza alcun riscontro con la realtà; Honeysuckle, se si è eccessivamente romantici e sentimentali; Mimulus, se si ha paura di provare un desiderio sessuale intenso; Centaury, per la sensazione di non aver diritto a provare impulsi sessuali o se ci si sente strumentalizzati e incapaci di dire di no; Heather, quando si è troppo esigenti; Water violet, in caso di timidezza e riluttanza ai contatti intimi; Crab apple, quando si ha la sensazione che il corpo sia sporco o susciti un senso di vergogna; Pine, se si provano sentimenti di colpa; Chicory, per chi è geloso e possessivo.


IPNOSITERAPIA

La visita dal terapeuta - Una volta escluso ogni disturbo fisico, viene condotta un'analisi mediante l'ipnosi. Se il problema si basa sull'ansia, vengono usate tecniche di rilassamento. Possono essere insegnate tecniche di rafforzamento dell"'io", da eseguire a casa.


MEDICINA TRADIZIONALE

Le cause dei problemi relativi al normale comportamento sessuale possono essere fisiche, dipendere dall'assunzione di farmaci o da disturbi nevrotici o psicologici.
Il medico potrà chiedere di vedere i partner insieme oppure separatamente, per una discussione del problema.
Verrà eseguito un esame fisico. La diagnosi può risultare difficile, come quando si prova dolore soltanto nella fase dell'eccitazione o dell'eiaculazione. In tal caso, cercate di descrivere esattamente cosa succede in quei momenti. Il medico può quindi indirizzare i soggetti presso uno specialista in disfunzioni sessuali (urologo, ginecologo, endocrinologo o sessuologo), a seconda dei problemi. 
I disturbi fisici - come l'insufficiente lubrificazione vaginale o la cistite -verranno curati.

Alcuni farmaci diminuiscono l'efficienza sessuale, quindi il medico vorrà esaminare i medicinali prescritti. Tra i farmaci che presentano questo effetto collaterale vi sono quelli usati per il trattamento della depressione e dell'ansia, e per il controllo dell'ipertensione.

Se le difficoltà persistono, il soggetto potrà rivolgersi a un neurologo o a uno psicoterapeuta.


VEDI ANCHE . . .

SESSUALITÀ - Problemi comuni

LA SESSUALITÀ

LO SVILUPPO SESSUALE

LA SALUTE FEMMINILE: PAP TEST

LA SALUTE FEMMINILE: CONTROLLO DEL SENO


INOLTRE. . . 



PUBERTÀ E ADOLESCENZA