mercoledì 3 dicembre 2014

N - FITOTERAPIA (N - Medicinal herbs - Phytotherapy)



     
ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
(In costruzione)

NASTURZIO o CAPPUCCINA (VEDI SCHEDA)



Albero maestoso a grandi foglie, è originario della Persia. Ha legno duro e pesante che viene impiegato per costruzioni e per farne carbone.
Le grandi foglie dispari pennate forniscono un decotto febbrifugo ed antiscorbutico, vermifugo ed emmenagogo, mentre la scorza serve come astringente diuretico e purgativo.
Dalle foglie messe in macerazione si estrae un lenimento per alcune malattie della pelle; più di tutto è ricercato il mallo che riveste il frutto, perché, fatto macerare nell'olio vegetale, procura una tintura che serve ad abbronzare la pelle.
Il suo frutto prelibato di alto valore nutritivo, dato I'elevato grado di calorie, è indicato ai soggetti deboli che abbisognano di una supernutrizione, mentre viene sconsigliato agli obesi.


NOCE VOMICA

La Noce Vomica è un albero enorme che vive in India, di grandissima circonferenza del tronco e con la scorza molto amara.
Dai suoi rami, con il rizoma e specialmente con i semi, si ottiene un ottimo amaro che ha una notevole funzione tonica nei casi di inappetenza.
I fiori sono piccoli e bianchi con frutti giallo-rossi e semi grigiastri, molto amari e velenosissimi, perché contengono degli alcaloidi come la stricnina, noto veleno potentissimo, e la brucina, uguale per I'azione ma meno violenta.
Presi dietro precise prescrizioni mediche, sono molto efficaci appunto per il loro carattere eccitante, in caso di debolezza, di prostrazione che causi inappetenza e dispepsia.
La Noce Vomica è prescritta a chi è stato colpito da paralisi causata da infezioni o avvelenamenti o anche agli alcolizzati cronici a cui di conseguenza sia occorso un indebolimento neuro-muscolare.


VEDI ANCHE . . .

FITOTERAPIA - Cosa sono i fitofarmaci?



Nessun commento: