mercoledì 3 dicembre 2014

D - FITOTERAPIA (D - Medicinal herbs - Phytotherapy)




ERBE MEDICINALI - FITOTERAPIA

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W - X - Y - Z
(In costruzione)


DENTE DI LEONE (VEDI SCHEDA)


DIGITALE

Quest'erba velenosa è anche detta Digitalis purpurea. Cresce sulle nostre montagne, il fusto è alto circa un metro, mentre le foglie direttamente impiantate su di esso sono verde scuro, pelose e seghettate. Termina con una lunga spiga di fiori di un bel colore porporino che si trasformano in frutti a forma di piccole capsule. 
Se ne raccolgono le foglie e i fiori in agosto e in settembre, e se ne isolano i molti principi attivi, tra cui la digitalina, tutti utili come cardiotonici e diuretici.
Agisce sul sistema cardiovascolare perché diminuisce il numero delle contrazioni e aumenta la pressione arteriosa.
Deve essere usata sotto prescrizione medica perché pericolosissima per il suo veleno.


DULCAMARA

Appartiene alla famiglia delle Solanacee ed è un'erba comune in tutta Italia, dove cresce lungo le siepi, i cespugli e nei boschi.
Ha un fusto legnoso piuttosto alto, mentre le foglie sono piccole, verde scuro e piuttosto rade. Il frutto è una bacca rosso scarlatta, che è velenosa e quindi deve essere tenuta in disparte.
Contiene un principio attivo, detto solanina. Ha un odore nauseante ed un sapore in un primo tempo dolce poi amaro.
Le sue virtù medicinali sono essenzialmente di lavaggio dei reni, sudorifere e quindi depurative. Viene perciò indicata nelle forme di catarri bronchiali, contro I'artrite, i reumatismi, nella gotta, e come curativo della pelle negli eczemi, erpeti e come schiarente delle lentiggini.


VEDI ANCHE . . .

FITOTERAPIA - Cosa sono i fitofarmaci?


Nessun commento: