martedì 13 maggio 2014

DIMAGRIRE FACENDO L'AMORE (Lose weight by making love)


Si può dimagrire facendo all'amore?

"...mangiavo per consolarmi col cibo della mia infelicità. Mangiavo anche quando non avevo fame per una specie di stimolo nervoso un po'simile a quello che spinge i fumatori ad accendere una sigaretta dopo l'altra...". 
Alberto Moravia con sempre felice intuizione descriveva così ne La vita interiore un fenomeno oggi molto frequente.
Quanti di noi infatti scaricano, magari inconsciamente, sul cibo la loro infelicità come se trovassero un rifugio tangibile, materiale a qualcosa che rode dentro, che non si conosce bene e di cui sfuggono i molti perché. 
Se la ragazza ci lascia ci mettiamo a mangiare, se si è innamorati non si mangia più, c'è persino un detto scherzoso "vive d'amore!".
Gli psicologi hanno scritto fiumi d'inchiostro sull'ansia che piglia uomini e donne quando si è infelici o incapaci di comunicare, anche attraverso il sesso, il proprio amore. 
Non si dimagrisce quindi facendo all'amore, ma certamente, avendo un buon rapporto fisico con il proprio partner si dissipano le angosce, le ansie e il cibo passa in secondo piano. 
Difficile trovare un uomo o una donna appagati sessualmente che saccheggiano con costanza il frigorifero notturno. Più facile trovare intenti a questo "furto al buio" chi vive solo o chi non trova nel rapporto con l'altro sesso un appagamento anche interiore. 
Se si fa bene l'amore si può anche aver fame e sete subito dopo l'amplesso, ma sarà un fatto episodico.
La curiosità sul binomio sesso-cibo è comunque molto diffusa anche perché medici, farmacologi e scienziati in senso stretto hanno ben altro di cui occuparsi, senza destinare il loro tempo e le loro risorse ad accertare se, per esempio, una sostanza definita afrodisiaca lo sia davvero e se un cibo afrodisiaco, riaccendendo il desiderio sessuale plachi poi quello alimentare. 
Fino a oggi ricerche di questo tipo non sono mai state diffuse.
Divido quindi in due parti molto ben distinte il sesso come sentimento e come stimolo al piacere. Nel primo caso chi ama con tutto se stesso afferma di perdere l'appetito; nel secondo chi va alla ricerca di un piacere effimero, che si esaurisce con un amplesso può trovare nel cibo un alleato.


VEDI ANCHE . . .



INDICE DELLE MALATTIE E DELLE PIANTE INDICATE PER CURARLE


A - B - C - D - E - F - G - H - I - L - M - N - O - P - R - S - T - U - V


Nessun commento: