giovedì 13 febbraio 2014

CURARSI CON L'ASPARAGO (Curing with asparagus)

Nella mia zona del basso Friuli ci sono interi campi di asparagi... e anche io nel mio orto ho creato una fila di una decina di metri di questo tipo di coltivazione, per cui mi sento in obbligo di parlarne un poco.

L'asparago è una pianta erbacea, appartenente ala famiglia delle Liliacee e originaria dell'Europa orientale,, in particolar modo dell'Asia Minore.
Oggi viene coltivato in tutti i paesi dal clima temperato.
Esistono molte specie di asparago, ma le principali e più semplici tipologie sono quelle dell'asparago bianco e verde.
Una variante di quest'ultimo è l'asparago viola.
Questa verdura primaverile è conosciuta da molto tempo e amata non solo per il suo delizioso sapore, ma anche per le sue proprietà curative.
Essa, infatti, svolge un'importante azione diuretica e, favorendo l'eliminazione delle scorie e la cura dei disturbi dovuti alla ritenzione idrica nei tessuti, risulta essere un valido aiuto per i reni; inoltre, è in grado di stimolare il metabolismo.
L'asparago è ipocalorico ed è ricco di vitamine e sali minerali.



AZIONE TERAPEUTICA - L'asparago è un alimento completo e prezioso.
Esso, infatti, è indicato nella dieta alimentare di chi è malato o in convalescenza, perché essendo ipocalorico non richiede al corpo molte energie per essere digerito.
Inoltre, stimola il metabolismo, purifica il sangue, svolge un'azione diuretica e supporta la funzionalità epatica, renale e polmonare.


COMPOSIZIONE (Note raccolte dall'enciclopedia)


Per ogni 100 grami, gli asparagi contengono 1,8 g di proteine..., 0,1 g di grassi..., 2,2 g di carboidrati..., 1,5 g di fibre..., 4 mg di sodio..., 203 mg di potassio..., calcio, fosforo, ferro e zinco.
Inoltre, sono presenti le vitamine B1, B2, B6, la vitamina C e la protovitamia A.
Bastano 100 grammi di asparagi per coprire il fabbisogno giornaliero di acido folico.
L'asparago verde è più ricco di vitamine rispetto a quello bianco e possiede più magnesio.
La sua azione diuretica è dovuta ai saponini.
A 100 grammi di asparagi corrispondono 17 Kcal.



CURA DEPURATIVA - Una cura a base di asparagi è ottima per depurare i reni.

Mangiate a pranzo e a cena 400 grammi di asparagi cotti con 200 grammi di patate sbucciate.
Rinunciate però al sale e ai grassi.
Bevete molta acqua e del decotto di asparagi.

CONTRO LE MALATTIE CARDIOCIRCOLATORIE - L'asparago, come già detto, è una verdura che contiene poche calorie e anche pochi grassi.
Inoltre, il suo quantitativo di sodio è molto basso, mentre quello di potassio è elevato.
Un pasto a base di asparagi è indicato se soffrite di pressione e colesterolo alti.
Fate attenzione però a non condire gli asparagi con sale, burro o salse appetitose ma ricche di grassi, che annullerebbero i benefici di questa verdura.
Per ogni persona sono sufficienti 400 - 500 grammi di asparagi da accompagnare con 200 grammi di patate al prezzemolo.








CURARSI CON GLI ASPARAGI



IMPACCO CONTRO LE DISTORSIONI - Lavate e tagliate 250 g di asparagi.
Cuoceteli nell'aceto e scolateli.
Metteteli in una garza o una benda che porrete sulla parte interessata e fissate il tutto con una fascia.
Lasciate agire tutta la notte.
La medicina popolare utilizza l'impacco anche per lenire i reumatismi.

ESTRATTO DI ASPARAGI PER FORTIFICARE IL CUORE - Mettete 100 g di asparagi tagliati a pezzi in ¾ d'acqua fredda e lasciate a bagno per tutta la notte.
Il mattino sciogliete 2 cucchiaini di miele in acqua tiepida, scolate gli asparagi e aggiungetevi l'acqua con il miele.
Assumete 1 cucchiaio ogni ora.

DECOTTO DI ASPARAGI PURIFICANTE - Con la parte più dura dell'asparago potete preparare un decotto efficace pere eliminare le scorie.
Mettete 600 grammi di asparagi in 1 litro d'acqua fredda, fate bollire per 10 - 15 minuti, poi filtrate e aggiungete al decotto un pizzico di prezzemolo e del succo di limone.
Non aggiungete sale!
Il decotto stimola l'attività renale e favorisce l'espulsione di piccolo calcoli.
Il prezzemolo ha un effetto diuretico e digestivo.

DECOTTO DI ASPARAGI CONTRO DISTURBI ALLA VESCICA - Versate 2 cucchiaini di radice di asparagi (si trova in qualsiasi farmacia) in ¼ di litro d'acqua fredda, fate bollire per qualche minuto, poi filtrate.
Bevete quotidianamente 2 - 3 tazze di decotto.

PER STIMOLARE LA FUNZIONALITA' RENALE - Spezzettate 500 - 600 grammi di asparagi verdi o bianchi freschi e frullateli.
Non aggiungete sale!
Bevete 10 - 150 ml di succo di asparagi 3 volte al giorno.
Esso stimola la funzionalità renale, aiuta a eliminare i liquidi e previene la formazione di calcoli e renella.
Se volete rendere il succo più gradevole aggiungete un po' di zucchero e un pizzico di noce moscata grattugiata.









^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^

L'allergia verso gli asparagi è una forma molto rara.
In tal caso, al minimo contatto con questa verdura si manifesta la "pelle d'oca".
Inoltre, chi è allergico agli asparagi ha nei loro confronti una vera repulsione, al punto da trovarne insopportabile perfino l'odore.



^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^


L'asparago è efficace in caso di calcoli ai reni, alla cistifellea o alla vescica, reumatismi; per eliminare le scorie e i liquidi; per stimolare il metabolismo



^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^ * ^


NB - Per la compilazione di questa opinione mi sono avvalso dell'aiuto di mia moglie, del farmacista e di scritti da me compilati nel tempo che fu, quando ero particolarmente interessato di fitoterapia.

Nessun commento: