domenica 5 gennaio 2014

CURARSI CON IL MIELE (Cured with honey)

       


Il miele rappresenta un rimedio efficace in uso da tantissimo tempo.
Il suo nome deriva dall'ebraico e letteralmente significa "incantare".
Altamente energetico, è un ottimo ricostituente per i convalescenti, ridona energia, aumenta le capacità fisiche, rilassa e favorisce il sonno.
Inoltre, contiene sostanze preziose che curano i disturbi dell'apparato digerente, delle vie respiratorie e del sistema cardiovascolare.
Si utilizza il miele anche per applicazioni locali: uno strato sottile spalmato sulla pelle o sulle labbra lenisce piccole lesioni e screpolature.
I trattamenti a base di miele vanno sotto il nome di "apiterapia".


UN FILTRO CONTRO I MICROBI

Il miele contiene pochissime sostanze inquinanti.
In effetti, le api fungono da filtro biologico poiché muoiono appena vengono a contatto con sostanze tossiche.
I rifiuti industriali nocivi, dunque, non possono penetrare nell'alveare.


AZIONE MEDICINALE

Il miele permette di stimolare rapidamente nuove energie.
Ha un azione calmante e blande proprietà lassative.
Usato localmente, è un buon disinfettante e cicatrizzante.


COMPOSIZIONE

Il miele contiene soprattutto fruttosio e glucosio, ma anche acqua, enzimi, polline, albuminae acidi organici.


FONTE DI ENERGIA

Il miele rappresenta per l'organismo una fonte di energia rapidamente assimilabile.
Il glucosio e il fruttosio predigeriti dalle api vengono assorbiti dall'organismo senza sovraccaricare l'apparato digerente.
Il miele è senza dubbio una fonte sana di zucchero grazie ai suoi benefici componenti.
Bisogna tuttavia ricordare che 100 g di miele forniscono circa 300 calorie (0 1300 kjoules).
Il miele è l'alimento ideale dello sportivo sotto sforzo.


CONSIGLIO PER L’ACQUISTO

Esistono vari tipi di miele.
La consistenza, l’aroma e il gusto dipendono dalle specie di fiori bottinati dalle api.
Acquistate preferibilmente i1 miele che proviene da alveari ecologici: gli apicoltori biologici non nutrono le loro api con zucchero e non utilizzano prodotti chimici dannosi per la salute.


CONSIGLIO UTILE

Quando aggiungete del miele a una bevanda calda o a un bagno, assicuratevi che la temperatura del liquido non superi i 35 °C: potrebbe distruggerei componenti più benefici.


Il miele è efficace in caso di problemi digestivi, tosse, raffreddamento, disturbi del sonno, mal di testa, debolezza e ferite


APPLICAZIONI


BAGNO

Mettete 50 g di miele in un bicchiere e aggiungete 5 gocce d'olio di lavanda.
Se il miele ha una consistenza piuttosto solida, mettete il bicchiere in un recipiente riempito d'acqua calda.
Versate da 1 a 2 cucchiai di questa miscela nella vasca da bagno.
Questo preparato dagli effetti rilassanti vi aiuterà a combattere i problemi di insonnia.


USO ESTERNO

Grazie alle sue sostanze antimicrobiche, le inibine, il miele viene utilizzato, con applicazioni esterne, per richiudere piccole ferite, drenare l'acqua in eccesso nei tessuti e uccidere i microorganismi.
Applicate il miele direttamente sulla ferita e proteggetela con una pezzuola pulita.


RAFFREDDORE DA FIENO

Chi soffre di raffreddore da fieno può beneficiare di un effetto di desensibilizzazione consumando il miele (che contiene i pollini responsabili dell'allergia) prodotto entro un raggio di 10 km dal luogo di residenza.


ASMA, BRONCHITI, PERTOSSE

Associato ad alcune piante medicinali, il miele costituisce un eccellente rimedio.
Tritate finemente 1 cucchiaino da caffè di timo fresco, aggiungetevi un po’ di miele e assumete questo composto.
L'azione antimicrobica del miele lenisce rapidamente le infiammazioni dolorose delle vie respiratorie.

Nessun commento: